martedì 22 Giu 2021

Centro Culturale “Il Faro”

Iniziare a scrivere in questo nuovo spazio del sito diocesano riservato al Centro Culturale Cattolico “Il Faro” è per me motivo di grande gioia. Da ormai due anni il “Il Faro” sta lavorando alla sua completa definizione e identità mediante incontri di formazione con il nostro Vescovo e, come il Vescovo stesso ha detto nell’ultima riunione, adesso è arrivato il momento del “Varo del Faro”, un inizio di servizio umile ed entusiasta alla comunità diocesana per continuare la costruzione di sensibilità culturali capaci di lasciare tracce di bene e di speranza.

La cultura cristiana per eccellenza non è chiusa alle nuove istanze della contemporaneità, ma si pone con occhio critico e con senso di discernimento di fronte ad essa, specialmente quando vorrebbe estraniarsi a se stessa rifiutando a priori il “discorso Dio”. La sfida del nuovo Centro Culturale Diocesano è proprio quella di un dialogo costruttivo con il mondo della cultura, consapevoli del fatto che attraverso essa, in maniera sublime e potente, si esprime l’essenza dell’uomo e in essa si definisce meglio la sua alta dignità e vocazione.

La “nuova evangelizzazione” non può fare a meno della cultura come strumento attraverso il quale il cristiano comunica con “tutto l’uomo che attende tutto il Cristo” (S. Giovanni Paolo II). La cultura da sempre si esprime, dalla letteratura alla musica, dalla pittura alla poesia, dall’architettura alla tecnologia, dalla scienza al diritto e all’economia e alla medicina, rivestendo di bellezza la vita dell’uomo, una “bellezza che salverà il mondo” (Dostoevskij) nel momento in cui si definisce e si prospetta partendo dal canone di ogni bellezza che è Cristo Gesù, punto di fuga della prospettiva del bello, del vero e del buono.

Una cultura che si pone come obbiettivo una “Crociata della Bellezza” non solo fa un servizio alla Chiesa Diocesana di Oppido Mamertina – Palmi, ma prende il largo per pescare anime attratte, oggi più che mai, da ciò che esula il mediocre e il banale, l’effimero e il passeggero, per essere costruttori di pezzi di Paradiso su questa terra. Il cielo che si è fuso con la terra con l’Incarnazione di Cristo, non può non influire sulla cultura, anzi ormai ciò che ruota intorno all’uomo e ne definisce la sua esistenza, ciò che lo “coltiva” è talmente inzuppato di cielo che la trascuratezza del trascendente porterebbe ad un fallimento totale degli aneliti più profondi dell’animo umano.

Allora l’obbiettivo principale del Centro Culturale Cattolico “Il Faro” è quello di “fare cultura convertendosi”, cioè di entrare a far parte della famiglia del pensiero avvicinandosi sempre più al Logos incarnato, a Colui il quale è origine e meta di ogni conoscenza e di ogni arte. Iniziamo allora il nostro lavoro affidandoci alle preghiere di tutti, affinché con tutta la fede e tutto l’entusiasmo che abbiamo possiamo contribuire ad iniettare sieri di futuro e disegnare giorni in calendari pieni di colori e di desideri forti di santità.

Don Giancarlo Musicò

 


MEMBRI DEL CENTRO CULTURALE “IL FARO”

Direttore:
don Giancarlo Musicò

Segretario:
Antonio Gambacorta

Editoria:
Raffaele Leuzzi, Caterina Di Pietro, Alvin Scarcella

Letteratura/Storia/Poesia:
Oscar Lombardo, Ilenia Marrara, Antonio Roselli, Rocco Polistena

Musica/Canto:
Ivano Imparato, Domenica Verduci

Medicina/Scienze Umane:
Mariangela Rechichi, Antonino Epifanio

Cinema/Teatro:
Pasquale Puntillo

Diritto/Economia:
Michele Ferraro

Tecnologia:
Gianluca Surace


Allegati: