News

09/Apr/13

Il Vescovo celebra la Solennità di Maria SS. Annunziata

    ‘Disse il Signore, quando entrò nel mondo: «Ecco, io vengo per fare, o Dio, la tua volontà»’. Con il canto dell’antifona d’ingresso ha avuto inizio la Solenne Celebrazione dell’Annunciazione del Signore nella Cattedrale di Oppido Mamertina, alle ore 10:00 di lunedì 8 aprile, giorno in cui la Diocesi ha festeggiato quest’anno la Beata Vergine Annunziata, sua Patrona principale.
 
    ‘Avremmo dovuto essere qui il 25 marzo’ ha detto il Vescovo che ha presieduto la S. Messa alla presenza di molti presbiteri e diaconi della diocesi, ma la Settimana Santa ha fatto posticipare questa festa a oggi ‘primo giorno libero dopo un’altra grande settimana, l’ottava di Pasqua‘.
 
    Hanno preso parte alla Celebrazione numerosi sindaci, autorità militari e fedeli provenienti da tutta la diocesi ai quali S. E. ha rivolto un saluto durante la sua omelia, ricca di spunti di riflessione e che potremmo quasi definire una omelia-preghiera, all’Angelo, ‘Gabriele, apri gli occhi della nostra mente e i nostri cuori per capire le forme del Signore per svelare i progetti su di noi’, e alla Vergine affinché ‘la nostra Diocesi viva sempre nel riflesso delle tue virtù […] Annunziata, rendici annunciatori del tuo Figlio e noi ci sentiremo suoi fratelli […] così Lui si sentirà con noi, e noi ci sentiremo con Lui. Amen‘.
 
   Al termine della S. Messa la processione per le vie del paese seguita con viva commozione da una comunità di fedeli che nel culto della sua santa Patrona riscopre le sue profonde radici di fede e devozione.
 Un giorno di festa, non solo per gli oppidesi, ma per l’intera  diocesi, che si affida alla protezione di ‘Colei che nulla teme e tutto accetta‘.
 
                                                                                                                                                Lucia Ioculano

Allegati: