News

12/Mag/13

Serata Musicale nel Duomo di Gioia Tauro

    Nel contesto del Duomo gioiese giovedì 9 maggio u.s. si è svolta una serata musicale di grande spessore culturale promossa dall’Orchestra sinfonica giovanile della Calabria presieduta dall’impareggiabile M° Caterina Genovesi.

   Oltre cento persone i musicanti, selezionati tra giovani e adulti in tutta la regione. hanno dato spettacolo per flauti, oboi, clarinetti, fagotti, trombe e tromboni animati da coristi, soprani, contralti, tenori, bassi sotto la valente e sperimentata direzione dei Mi Bartolomeo Piromalli, Eleonora Genovesi e l’applauditissimo M° Ferruccio Messinese.

   Sono stati eseguiti brani di L. Van Beethoven, J. S. Bach, W. A. Mozart, C. Frank, G. Faurè e A. Piazzolla. Toccante e commovente l’esecuzione di “Ave Verum Corpus”, “Panis Angelicus” e “Libera me Domine” saggiamente alternati con musiche profane degne di ogni considerazione come la Sinfonia n.7 in la maggiore di L. Van Beethoven.

   Per la circostanza la prof.ssa  Caterina Genovesi ha insignito il Vescovo Milito della Presidenza Onoraria dell’Associazione Musicale, mentre l’Arciprete                    Mons. Francesco Laruffa e il Sindaco in carica Avv. Renato Bellofiore sono stati nominati soci ‘honoris causa’ della Benemerita Associazione culturale musicale.

   Il Vescovo Mons. Francesco Milito ha ringraziato per quest’apprezzato riconoscimento elogiando la “musica di Dio” che “alle orecchie di ciascuno di noi svela i segreti dell’anima esaltando l’arte che si fa coralità e strumentazione musicale”. Più volte sottolineato da applausi Mons. Milito si è detto in debito per questa stessa consonanza musicale augurando all’Orchestra e al Coro itinerari di progresso e di luce interiore, sperando altresì che si possa andare a Roma e deliziare gli orecchi di Papa Francesco.

    L’orchestra e il Coro “Gaudium et Spes” – nome dato mesi fa a tutto l’ensemble da Mons. Milito – ha conseguito “in casa” un ennesimo successo, tanto più lodevole quanto più il “Gaudere Domino in laetitia” ha veicolato sentimenti di bontà, di gioia e di serena letizia.

 

Filippo Marino


Allegati:

AGENSIR news

Da Sarajevo all’Ucraina: la paura delle guerra. Kanita: “Ripetevano che non poteva succedere”

La situazione in Ucraina crea immediati parallelismi con la guerra che ha infiammato la Bosnia ed Erzegovina tra il 1992 ed il 1995: a distanza di 30 anni si può… [...]

Perdono d’Assisi. Gigante: “Dire sì al progetto di felicità cui Dio chiama”

“Infinitamente buono” è stato il tema della 40ª Marcia francescana organizzata, come ogni anno, dai Frati minori d’Italia. Centinaia di giovani, provenienti da tutta Italia ed Europa, si sono dati… [...]