News

Premiazione del Concorso di poesia Canto di Fede 2013

 

Canto di Fede, il concorso bandito dal Liceo Classico Ginnasio San Paolo di Oppido Mamertina in collaborazione con l’Associazione Culturale Geppo Tedeschi e con il patrocinio della Diocesi di Oppido-Palmi, si è rivelato un’ottima cartina di tornasole per tastare le attitudini letterarie degli alunni delle scuole secondarie di primo e di secondo grado.
La cerimonia di premiazione, avvenuta nella Cattedrale di Oppido Mamertina e presentata da Miriam Italiano e da Serena Lombardo, si è aperta con i saluti della Vicepreside del Liceo Ginnasio San Paolo Nadia Silipigni.
In tutte le nostre scuole ci sono eccellenze per intelligenza, capacità espressive e cultura: perché non farle emergere? – ha sottolineato l’insegnante – Se riuscissimo a non essere esclusivamente preoccupati di curare il proprio orticello e allargassimo il nostro orizzonte alla collaborazione tra istituti, quanto più incisiva risulterebbe la nostra azione didattico ‘pedagogica!’.
A seguire, l’intervento di Maria Frisina, Presidente dell’Associazione Culturale Geppo Tedeschi’. ‘Con i brani concorrenti a questo premio di poesia – ha detto la poetessa Frisina – i giovani autori hanno sormontato la frontiera che separa la poesia dalla preghiera in un perfetto connubio volto a rendere intellegibili le possibilità creatrici e l’elevazione dell’anima.
La parola è poi passata a don Alfonso Franco, Preside del Liceo Ginnasio San Paolo nonché Vicario episcopale per la Cultura. – Forse la poesia è il linguaggio più congeniale dell’uomo. Nella Sacra Scrittura – ha asserito il sacerdote – capolavori come i Salmi sono poesia. Cercate, cari ragazzi, di valorizzare i vostri talenti, di metterli a frutto perché, se così faremo, il volto della nostra Calabria e della nostra Diocesi, sarà elevato dal punto di vista sociale, morale e cristiano’.
Don Giuseppe Acquaro, Vicario generale della Diocesi di Oppido-Palmi, nelle vesti di Presidente di giuria, ha spiegato l’iter che ha portato gli esperti a emettere il verdetto, precisando che ‘non conoscevano gli autori’ e che ‘tutti gli elaborati avrebbero meritato un premio’.
L’arduo compito di giudicare i migliori è toccato al professore Ugo Verzì Borgese, alla professoressa Lucia Ferraro, al professore Filippo Foti, alla poetessa Maria Frisina, all’avvocato Luigi Mamone e alla segretaria Nadia Silipigni.
Dopo il primo intermezzo musicale curato dal quintetto di ottoni dell’Orchestra Giovanile di Fiati Mamertina ‘Giuseppe Rechichi’ formata da Domenico Bruno, Fedele Accurso, Fabio Raccosta, Raffaele Meligrana e Giuseppe Schepis, sono stati proclamati i nomi delle vincitrici della sezione riservata agli alunni delle terze classi delle scuole secondarie di primo grado ricadenti nel territorio diocesano. Ad aggiudicarsi la terza posizione in classifica con la poesia ‘Fede’ è stata Arianna Gangemi dell’Istituto Comprensivo Oppido-Varapodio-Molochio, premiata dalla Presidente dell’Associazione Culturale ‘Geppo Tedeschi’Maria Frisina; al secondo posto ex aequo per le poesie ‘Fede’ l’oppidese Maria Rosaria Bartuccio, premiata dalla Vicepreside del Liceo Ginnasio ‘San Paolo’ Nadia Silipigni e Chiara Natale, alunna di un altro istituto pianigiano. A conquistare l’ambita palma della vittoria è stata Emilia Ciardullo dell’Istituto ‘Brogna’ di Polistena che, con la poesia ‘La fede’, ha ricevuto dalle mani del vescovo Monsignor Francesco Milito il premio messo in palio dalla Diocesi. Le poesie vincitrici sono state declamate da Maria Rosa Ferraro con il sottofondo musicale del violino suonato da Davide Schirripa.
Sua Eccellenza Mons. Francesco Milito, nel corso del suo intervento, dopo aver messo in risalto il fatto che ‘la fede, quando è tale, si traduce in poesia per tutti’, ha precisato che ‘se la poesia è canto dell’anima, l’anima è una realtà spirituale’. Inoltre, il nostro caro pastore ha annunciato che il tema del prossimo anno sarà la carità e ha invitato i ragazzi ‘a dare il meglio di loro stessi in una terra benedetta dal Signore per i talenti, l’estro e la creatività’.
A parlare del volto bello della Calabria è stato l’Assessore provinciale Eduardo Lamberti Castronuovo. – Il Signore ci ha dato terreno su cui zappare e i nostri ragazzi lo sanno fare bene. Il connubio tra musica e poesia è vincente – ha sottolineato Castronuovo – e rivela la vera identità della nostra Calabria’.
Il sindaco di Oppido Mamertina Bruno Barillaro ha plaudito all’iniziativa, ha tessuto le lodi dei poeti in erba e ha reso nota l’intenzione dell’Amministrazione di fare la terza edizione del Concorso nazionale di poesia.
Il Vescovo Francesco Milito ha consegnato i diplomi di benemerenza a tutte le scuole in gara e ad ogni singolo partecipante. Menzioni speciali per Riccardo Roselli e per Carlo Maria Lorenzo Gambacorta le cui poesie sono state declamate rispettivamente da Nuccio Gambacorta e da Antonio Tedesco.
Per la sezione dedicata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sono salite sul podio: Melissa Gerace del ‘Piria’ di Rosarno con la poesia ‘Ho’, classificatasi in terza posizione e premiata dalla poetessa Maria Frisina; Angela Nava del Liceo Scientifico di Oppido Mamertina con ‘Poesia d’amore’, piazzatasi al secondo posto e premiata da don Alfonso Franco; Francesca Macrì del Liceo Ginnasio ‘San Paolo’ di Oppido Mamertina, medaglia d’oro con la poesia ‘E’ festa in cielo’, premiata dal Vescovo Mons. Francesco Milito.
In virtù del boom di partecipazioni, vale a dire dei 68 ragazzi provenienti da 19 istituti pianigiani in gara, il Liceo Ginnasio ‘San Paolo’ metterà in moto la macchina organizzativa per la seconda edizione del concorso, per dare la possibilità ai ragazzi di dare voce alle loro emozioni attraverso le mille sfumature della poesia.
                                           
                                                                                                   Francesca Carpinelli

Allegati: