News

23/Dic/13

Un Natale speciale speciale!

       Il 21 dicembre presso la scuola materna paritaria ‘Maria SS. delle Grazie’ di Tresilico di Oppido Mamertina, i bambini, aiutati dalle maestre e dalle suore, hanno  ripercorso ‘la più grande storia d’amore di tutti i tempi‘: così l’ha definita uno dei protagonisti.

     Alla rappresentazione ha preso parte il nostro Vescovo Mons. Francesco Milito accolto dai saluti del gestore della Scuola e Parroco di Tresilico Don Benedetto Rustico.

     Il Musical che ha preso l’avvio dall’Annunciazione ha avuto il suo culmine nella Notte Santa; in scena c’erano proprio tutti, Maria e Giuseppe, l’Angelo Gabriele, le stelline, i fiocchetti di neve, la luna, la stella cometa, i Re Magi, i pastori.  I bambini sono stati degli attori bravissimi, attenti e concentrati, ma cosa più importante hanno compreso il senso del Natale e il valore della famiglia:  ‘tutte le mamme e i papà devono volersi bene come Giuseppe e Maria‘ ha detto l’Angelo Gabriele durante il musical.

      Nella scena finale, nella culla tra Giuseppe e Maria non un bambolotto, ma un bimbo  che i due protagonisti tenevano per mano, una sorpresa per il pubblico.

     Al termine della rappresentazione il Vescovo è stato invitato a salire sul palco in mezzo agli ‘attori’ per porgere un saluto e  gli è stato consegnato, dai bambini, un piccolo dono per ringraziarlo della presenza e dell’attenzione.

Lucia Ioculano


Allegati:

Appuntamenti del Vescovo

Tutti gli appuntamenti

AGENSIR news

Marcinelle, memoria e monito. Tutele e sicurezza nei luoghi di lavoro

Risuona 262 volte la campana al Bois du Cazier di Marcinelle, nel bacino carbonifero di Charleroi, durante la commemorazione del 66° anniversario della tragedia dell’8 agosto 1956: un incendio sviluppatosi… [...]

Povertà. De Capite (Caritas): “È sempre più facile caderci ed è sempre più difficile uscirne”

“Negli ultimi anni la condizione di molte persone è cambiata. Il fenomeno della povertà, al di là dei dati che tutti conosciamo, è sempre più preoccupante”. A dirlo è Nunzia… [...]