News

09/Apr/14

Via Crucis diocesana per bambini 2014

NON ABBIATE PAURA, è stato questo il tema della Via Crucis diocesana per bambini e ragazzi dell’ACR organizzata dall’Azione Cattolica dei Ragazzi della Diocesi di Oppido M. – Palmi. Appuntamento ormai consolidato, nel tempo di Quaresima, e che ha visto coinvolte 24 associazioni parrocchiali della nostra Diocesi con la partecipazione di circa 450 bambini, ragazzi e loro educatori.
 
Un evento straordinario che si è svolto a Taurianova, sabato 5 aprile c.a., e che ha visto la collaborazione delle tre realtà parrocchiali della città: “Maria SS. delle Grazie“, “San Giuseppe” e “Santi Apostoli Pietro e Paolo” che, insieme all’Equipe Diocesana dell’ACR, alla Responsabile diocesana Angela Giuliano e all’Assistente diocesano Don Giuseppe Calimera, hanno collaborato alla realizzazione e organizzazione di questa Via Crucis, impegnandosi con passione e dedizione ad accogliere tutte le associazioni parrocchiali che dalla Diocesi si sono ritrovati a Taurianova per vivere questo forte momento di spiritualità per bambini e ragazzi.
 
La Via Crucis, dapprima organizzata per svolgersi all’aperto per le vie della Città, si è svolta, invece, all’interno della Chiesa parrocchiale “Santi Apostoli Pietro e Paolo” a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli.
 
<<Non è stata sicuramente la pioggia a fermare questa Via Crucis>>, ha affermato Gabriele Alessi, Vice responsabile diocesano ACR rivolgendosi a tutti i bambini e ragazzi, <<insieme vogliamo ringraziare il Signore per averci donato il sole più bello di questa giornata. Un sole fatto di sguardi, volti, sorrisi e voci di tutti voi bambini e ragazzi che, ancora una volta, accompagnati dai vostri educatori, vi siete messi in ascolto della Parola di Dio rivivendo ogni istante della Via della Croce percossa da Gesù. Ed oggi più che mai…tornando a casa…tra i vostri compagni, nelle vostre famiglie, nei vostri ambienti quotidiani, metterete in pratica l’insegnamento e l’incoraggiamento che Gesù, in questo pomeriggio, ci ha rivolto: NON ABBIATE PAURA!!! Non abbiate paura di seguire Gesù…di essere, per Lui, condannati…di cadere sotto il peso delle preoccupazioni o delle vostre prime delusioni e scoraggiamenti…abbiamo visto come è bello rialzarsi con una forza più grande donata da chi ci sta accanto e ci sostiene ogni giorno. Non abbiate paura ad essere bambini e ragazzi in questo tempo…perchè è questo il tempo che siete chiamati a vivere, è questo il tempo che vi vede crescere e diventare grandi per essere gli uomini e le donne del futuro. Non abbiate paura, dunque, di testimoniare Gesù…di dire di essere “suoi discepoli” a chi vi insulta e di ascoltare la Sua Parola per essere “bambini e ragazzi di buona volontà”>>.
 
Un messaggio che si è unito alle parole del Vescovo, S.E. Mons. Francesco Milito, che ha presieduto la Via Crucis e che, rivolgendosi a tutti i bambini e ragazzi ha lasciato loro un messaggio di speranza facendogli dono di due consegne che ogni ragazzo non dimenticherà: quello di “essere ora una fiammella che crescendo diventa fuoco…un fuoco vivo di Amore!” e di “chiedersi sempre, nella propria vita, cosa Gesù desidera da loro per essere autentici testimoni e discepoli di Gesù!“.
 
Questi, ha sottolineato il Vescovo, sono gli ingredienti necessari per prepararsi a vivere la Pasqua.
E siamo certi che, già da ora, ogni bambino e ragazzo, s’impegnerà a camminare su questa strada facendo tesoro degli insegnamenti che hanno ricevuto percorrendo la Via della Croce insieme al loro compagno di vita per eccellenza, Gesù!
 
L’Equipe diocesana ACR 

Allegati:

AGENSIR news

Marcinelle, memoria e monito. Tutele e sicurezza nei luoghi di lavoro

Risuona 262 volte la campana al Bois du Cazier di Marcinelle, nel bacino carbonifero di Charleroi, durante la commemorazione del 66° anniversario della tragedia dell’8 agosto 1956: un incendio sviluppatosi… [...]

Povertà. De Capite (Caritas): “È sempre più facile caderci ed è sempre più difficile uscirne”

“Negli ultimi anni la condizione di molte persone è cambiata. Il fenomeno della povertà, al di là dei dati che tutti conosciamo, è sempre più preoccupante”. A dirlo è Nunzia… [...]