News

16/Mar/15

La Pastorale Giovanile tra Riconciliazione e Riflessione

La Pastorale Giovanile della diocesi di Oppido Mamertina – Palmi ha organizzato nel tempo di Quaresima, una veglia di preghiera in concomitanza con “le 24 ore per il Signore” indette da Papa Francesco per tutta la Chiesa universale. La veglia guidata da Don Gaudioso Mercuri, direttore del Centro diocesano vocazioni, ha avuto luogo a Palmi, nella chiesa del SS. Crocefisso, il giorno 13 Marzo ed ha visto la partecipazione di numerosi giovani provenienti da tutta la Diocesi.

La domenica seguente 15 Marzo, don Rossano Sala (sdb), docente di Pastorale Giovanile presso la Pontificia Università Salesiana in Roma, invitato dal direttore don Leonardo Manuli, ha guidato il ritiro spirituale aperto a tutti i giovani presso il parco “Ambesi-Impiombato” di Barritteri di Seminara. 

Il ritiro, a cui hanno partecipato 16 giovani, ha avuto inizio alle 9.30 con la preghiera delle lodi ed è proseguito con la meditazione di Don Rossano sull’incontro di Nicodemo con Gesù, rimanendo in tema con la liturgia della parola della IV Domenica di Quaresima. Durante la meditazione don Rossano si è soffermato su vari punti, tra cui l’incontro che Nicodemo fa con Gesù, la sua vergogna a mostrare il suo interesse verso di Lui ai suoi colleghi. Il suo turbamento interiore dopo quest’incontro, l’esigenza, una volta compreso chi veramente Egli fosse, di tornare sempre ad attingere da lui, alla fonte della Vita. L’incontro di Nicodemo con Gesù si può riassumere in tre momenti: la notte (dello spirito), il giorno ed il mattino. Questi sono temi contro i quali i giovani si scontrano spesso.

La vita dell’uomo è fatta d’incontri. Il cieco, la samaritana, ogni incontro ha lasciato un segno. L’incontro con Cristo è strano, non lo si può forzare, non lo si può evitare, si può rifiutare di guardarlo negli occhi, ma Lui guarda te. Sono stati posti alcuni interrogativi che hanno fatto molto riflettere sul nostro rapporto con il Signore e sui legami che abbiamo con gli altri. Ci sono stati incontri che hanno cambiato la tua vita? Cristo lo si può incontrare davvero? Oppure è soltanto da guardare da lontano? Vale la pena incontrare Cristo? In quale momento mi trovo del mio rapporto con Gesù? Ho veramente voglia di incontrarlo?

La meditazione si è conclusa con un momento di raccoglimento. I giovani hanno vissuto questo momento nell’adorazione Eucaristica, nella preghiera personale, nelle confessioni, nelle meditazioni con don Rossano e la condivisione finale  con don Leonardo.

Abbiamo proseguito con la celebrazione Eucaristica nella cappellina del parco, dove don Rossano Sala ha continuato con la meditazione offrendo alcuni consigli sulla Pastorale Giovanile affermando che questa “guarda i giovani con il sorriso di Dio”. Ha evidenziato l’esigenza della PG di creare relazioni, legami, unioni e di essere profeti di fraternità.

Dopo la condivisione del pranzo e dell’esperienza vissuta, Don Rossano ci ha lasciati, con tanti interrogativi ma con la voglia di migliorarci. Un’esperienza da ripetere, ha lasciato soddisfatti tutti i partecipanti, sopratutto per come don Rossano ha guidato la giornata e per i suggerimenti offerti alla luce del vangelo e della sua esperienza sia come professore e come salesiano.

Antonella Accardo e Angela Speranza

___________________________

Scarica la riflessione di don Rossano Sala, sdb 


Allegati:

AGENSIR news

Da Sarajevo all’Ucraina: la paura delle guerra. Kanita: “Ripetevano che non poteva succedere”

La situazione in Ucraina crea immediati parallelismi con la guerra che ha infiammato la Bosnia ed Erzegovina tra il 1992 ed il 1995: a distanza di 30 anni si può… [...]

Perdono d’Assisi. Gigante: “Dire sì al progetto di felicità cui Dio chiama”

“Infinitamente buono” è stato il tema della 40ª Marcia francescana organizzata, come ogni anno, dai Frati minori d’Italia. Centinaia di giovani, provenienti da tutta Italia ed Europa, si sono dati… [...]