News

19/Giu/15

E’ tornato alla Casa del Padre Don SALVATORE FOTIA

Nato ad Oppido Mamertina il 22 giugno 1933, Don Salvatore, Turuzzo, come tutti familiarmente lo chiamavamo, è stato ordinato Sacerdote il 29 giugno 1961 dal Vescovo di Oppido Mamertina, Mons. Maurizio Raspini, nella Cattedrale di Oppido. Nel corso degli anni, ha occupato vari incarichi: Vicario Coadiutore della Parrocchia della Cattedrale e Canonico Cantore del Capitolo della chiesa Cattedrale, da lui servita con filiale amore e generosa dedizione fin dai primordi del suo Sacerdozio e Professore in Seminario; Parroco di Acquaro; Amministratore parrocchiale a Tresilico e a Scido e Rettore della chiesa dell’Oratorio in Oppido Mamertina. Per circa 40 anni è stato Maestro di Scuola elementare. Dal 4 aprile 1993 ad oggi è stato Responsabile della Comunità Pastorale “San Fantino” di Lubrichi e dal 2000 Cappellano dell’Ospedale di Oppido Mamertina. 

 

Sacerdote umile e discreto, zelante e disponibile.

 Affidando al Signore Gesù, Unico e Sommo Sacerdote, la sua anima, eleviamo preghiere e suppliche al Padrone della messe perché mandi nuovi Operai nella Sua messe.

 La salma giungerà, Sabato 20 giugno, alle ore 14:00, nella chiesa di San Fantino in Lubrichi, per poi arrivare nella Cattedrale di Oppido Mamertina alle ore 17:00.

 Alle ore 21:00, eleveremo fervida la nostra supplica di lode a Dio, per il dono della sua vita e di suffragio per la sua anima eletta, in una Veglia di preghiera comunitaria.

 Domenica 21 giugno, alle ore 16:00, S. E. Mons. Francesco Milito, nostro Pastore e Vescovo, presiederà la Solenne Messa Esequiale.

 

 

 A DIO, DON SALVATORE!

 

 

 In Paradiso ti accompagnino gli Angeli, al tuo arrivo ti accolgano i Martiri e ti conducano nella Santa Gerusalemme.

 

 

 

 

 

Oppido Mamertina, 19 giugno 2015

 

 


Allegati:

AGENSIR news

Da Sarajevo all’Ucraina: la paura delle guerra. Kanita: “Ripetevano che non poteva succedere”

La situazione in Ucraina crea immediati parallelismi con la guerra che ha infiammato la Bosnia ed Erzegovina tra il 1992 ed il 1995: a distanza di 30 anni si può… [...]

Perdono d’Assisi. Gigante: “Dire sì al progetto di felicità cui Dio chiama”

“Infinitamente buono” è stato il tema della 40ª Marcia francescana organizzata, come ogni anno, dai Frati minori d’Italia. Centinaia di giovani, provenienti da tutta Italia ed Europa, si sono dati… [...]