News

13/Ago/15

Alla Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi il Premio “Culture a confronto” di Tropea

La Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi riceverà, per mano del vescovo Mons. Francesco Milito, il premio “Culture a confronto” per aver accolto e sostenuto il “Progetto Presidio” della Caritas Italiana alla tendopoli di San Ferdinando (RC) in un territorio segnato dalla vasta presenza di immigrati costretti a vivere in condizioni di assoluta difficoltà e povertà. Il riconoscimento sarà consegnato in occasione della terza edizione di “Culture a confronto”, il festival mondiale della cultura popolare che si svolgerà il 20 e 21 agosto a Tropea alla presenza di alcuni dei gruppi folkloristici maggiormente rappresentativi delle diverse culture internazionali.

Costruendo una rete solidale con le Caritas parrocchiali e diverse realtà dell’associazionismo e del volontariato, l’azione della diocesi di Oppido Mamertina – Palmi ha contribuito a promuovere la cultura dell’accoglienza, dell’ospitalità e dell’integrazione fornendo agli immigrati alimenti, vestiario, scarpe e coperte e stando loro vicini con amicizia e calore umano. Lo stesso Milito più volte ha denunciato le condizioni “disumane ed inaccettabili” in cui vivono i migranti africani lanciando un appello alle istituzioni affinché intervengano al più presto per “rafforzare e completare gli interventi urgenti di prima necessità a salvaguardia dei diritti primari della dignità e della salute”.

Il festival “Culture a confronto” – che si avvale della direzione artistica di Andrea Addolorato e della direzione di produzione a cura di Domenico Gareri – si propone di far avvicinare mondi apparentemente lontani attraverso la condivisione e la forza universale delle emozioni e dei sentimenti mirando a riscoprire i valori autentici della diversità e dell’integrazione. Il 20 e 21 agosto saranno premiati anche altri illustri rappresentanti del mondo della Chiesa, dell’Università e della società civile particolarmente impegnati sul fronte dell’emigrazione e dell’integrazione culturale.

La giuria che ha assegnato i riconoscimenti è composta da: Monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace e delegato Migrantes della Conferenza episcopale calabra; don Antonio Tarzia, una delle firme italiane più importanti, fondatore della prestigiosa rivista “Jesus”, responsabile di Famiglia Cristiana e direttore per tanti anni de “Il Giornalino”, il settimanale per ragazzi più longevo d’Europa; Charlie Barnao, ricercatore di sociologia generale presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro dove insegna Istituzioni di sociologia e Sociologia della devianza; Benito Ripoli, da diversi anni Presidente nazionale della Federazione Italiana Tradizioni Popolari; il sindaco di Tropea, Giuseppe Rodolico, in qualità di rappresentante delle istituzioni locali. Il festival sarà esportato a livello nazionale e internazionale anche attraverso un format televisivo prodotto da Life Communication e trasmesso in tutto il mondo su Padre Pio Tv.


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

In Francia la riforma delle pensioni è legge. Vignon: “La rivolta delle piazze è il grido della folla invisibile e inascoltata”

“Una questione che stiamo seguendo con grande preoccupazione”. Sono le prime parole che pronuncia al telefono Jérôme Vignon, già presidente delle Settimane sociali di Francia (Ssf) e consigliere di Jacques… [...]

Pension reforms adopted under French law. Vignon: “Street protests echo the unheard cries of the unseen masses”

“This is an issue we have been following with great concern”, are the first remarks made over the phone by Jérôme Vignon, former president of the Social Weeks of France… [...]