News

01/Mar/16

“Si alzò e andò in fretta”

Si alzò e andò in fretta” è il tema degli Esercizi Spirituali organizzati dall’Azione Cattolica Diocesana, svoltisi dal 26 al 28 Febbraio a Galatro. A guidare gli esercizi è stato Don Antonio Scordo, Parroco nella Chiesa di S. Ippolito Martire a Gioia Tauro.

Con lo stile semplice e diretto che lo caratterizza, Don Antonio ha guidato gli associati provenienti da tutta la diocesi a scoprire il senso del viaggio di Maria, in una continua analogia con quello che deve essere il nostro viaggio di Cristiani. Un viaggio, dice Don Antonio, che deve essere intrapreso con speranza nel futuro, alla ricerca di una strada che possa condurre alla felicità, per poi scoprire che l’unica possibile è quella di Cristo. Colui che ha seminato così tanto, che è possibile sentire ancora la traccia calda della sua impronta nel mondo, nella luce che accende lo sguardo di chi Lo ha incontrato. La bellezza che il messaggio di Dio Padre esercita, ci mette in movimento, sperimentando così l’attrazione dell’Amore che ci trasforma e vuole darci la sua essenza,  pur mantenendo ciascuno, la propria irripetibile identità.

Quando questo viaggio è fatto con Amore, fiducia in se stessi ed essenzialità, camminando con stupore ad ogni passo, conduce alla gioia piena e duratura. Conformarsi a Cristo ci darà la possibilità di essere portatori di Lui nelle nostre strade, così come Maria lo è stata a suo tempo nelle sue.

Attraverso  la forza dell’Amore di Dio, ciascuno di noi può trovare la forza di compiere una  coraggiosa scelta di campo in favore della luce e della verità. Di quella verità che è vita, di quella vita che già su questa terra può donare a noi e a chi incontriamo uno squarcio di Paradiso.

Di Francesca Bova

Membro del Consiglio Diocesano di AC per il settore Giovani


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Il “miracolo” della statua della Madonna rimasta in piedi sotto l’esplosione di un ordigno in Ucraina

Li chiamano “i miracoli” della guerra. L’ultimo è successo a Kherson, città meridionale dell’Ucraina, a pochissimi chilometri dal fronte. A partire dal Mercoledì delle Ceneri, la città è stata di [...]

Inaugurata la Casa Arca degli Esposti, dove a vincere sono lo Stato e la società

Al pensiero di avere in mano le chiavi di un appartamento qualcuno si è commosso, grato per la seconda possibilità ricevuta. Qualcun altro invece non vede l’ora di cominciare a [...]