News

20/Apr/16

Colletta Straordinaria per l’Ucraina predisposta dal Santo Padre

Un’urgente lettera della Segreteria di Stato è stata inviata a tutti i Vescovi europei su iniziativa del Santo Padre Francesco per richiamare l’attenzione sulla drammatica situazione del conflitto in Ucraina e sulle sue tragiche ripercussioni sulle condizioni umanitarie della popolazione. «A tal fine – si legge nella lettera – si attuerà un’apposita colletta prevista domenica 24 aprile, i cui proventi si aggiungeranno a una consistente somma di denaro messa a disposizione da Sua Santità e andranno a beneficio dei residenti nelle zone colpite e degli sfollati interni».

Il conflitto armato in Ucraina conta attualmente più di 9.000 morti accertati, cui si aggiungono dispersi e prigionieri spesso illegalmente detenuti. Circa 120 centri sanitari sono stati danneggiati con il grave rischio di diffusione AIDS e tubercolosi. La rete di aiuto maggiormente funzionante sul territorio è quella costituita dalle confessioni religiose. Il Pontificio Consiglio “Cor Unum” si sta occupando per la gestione diretta dei fondi.
Anche la nostra Diocesi aderisce a questa iniziativa. Il Vescovo Francesco Milito ha predisposto la colletta in ciascuna parrocchia della Piana ai fini dell’emergenza umanitaria ucraina. Tutti i fedeli sono chiamati a sentirsi coinvolti in quest’opera di misericordia versi i fratelli che subiscono la guerra e tali sofferenze.
 
Rosario Rosarno
__________
Scarica e leggi la Lettera della Segreteria di Stato e la Lettera del Vescovo Francesco:
 

Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Riforma fiscale. Cdm approva, in esame preliminare, il decreto legislativo che ridisegna il sistema delle sanzioni tributarie

Il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, il decreto legislativo che ridisegna il sistema delle sanzioni tributarie. Si tratta del nono provvedimento attuativo della delega attribuita al governo [...]

Israele e Hamas: testimonianza da Gaza, “nella Striscia gli animali vivono meglio degli uomini”

“Siamo continuamente sotto pressione, non sappiamo quale sarà il nostro futuro. La sensazione è quella che si può morire da un momento all’altro senza che ce ne rendiamo conto”. A [...]