News

04/Mag/16

Presentato presso l’ITC di Catanzaro il documento su Principi e Norme su feste e processioni nella nostra Diocesi

Martedì 3 maggio 2016, nell’ambito delle attività extracurriculari previste dall’Istituto Teologico Calabro “San Pio X” di Catanzaro, è stato presentato, presso l’Aula Magna dello stesso, il documento “Dalla liberazione alla comunione – Principi e norme su feste e processioni nella Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi“.

A relazionare è stato il nostro vescovo S. E. Mons. Francesco Milito che presso ITC è  apprezzato docente di Storia della Chiesa in Calabria.

Di fronte ad un nutrito numero di studenti e sacerdoti, dopo i saluti di rito del Direttore Don Vincenzo Lopasso il quale ha sottolineato l’esigenza di “saper accogliere il Magistero nella Fede e nella Parola di Dio”, è stato presentato il Decreto nelle sue parti essenziali. Dopo una breve disamina sulla genesi del messaggio del 10 luglio 2014 “Un atto di amore per la nostra Chiesa tra passato e futuro” e sui motivi che hanno portato alla decisione di sospendere le processioni, Mons Milito ha posto l’accento sul “fare attenzione alla cosificazione della fede”.

Ha spiegato poi i vari passaggi per arrivare al testo finale facendo presente come l’iter diocesano che ha portato alla redazione del documento sia stato lungo e partecipato e come si sia tenuto conto delle opinioni dell’intero clero diocesano.   

Categorie di stampo sociologico, quali resistenze mentali e processi di lunga durata sono affrontate nel decreto sottolineando la necessità di recuperare la primaria importanza della testimonianza cristiana e il santo, il sacro e la festa analizzati come concetti da applicare concretamente ad una Pastorale che sia inclusiva e miri alla formazione di coloro che andranno a prestare un servizio ecclesiale durante la festa parrocchiale, evitando improvvisazione e sperpero di denaro.

Il decreto “Dalla liberazione alla comunione – Principi e norme su feste e processioni nella Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi” è per S. E. Mons. Francesco Milito, da considerare “come un figlio voluto e che, adesso che è appena nato, necessita delle cure amorevoli e pazienti di tutti”.

 

Rosario Rosarno

 

 


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Rifugiati: p. Ripamonti (Centro Astalli), “in Europa c’è un arretramento del diritto d’asilo”

I migranti forzati, oggi, si trovano a dover attraversare “rotte sempre più pericolose, anche per effetto di politiche sbagliate che si perseguono con determinazione”. Lo ha detto il sindaco di [...]

Scuola e Irc. Mons. Giuliodori: “Rilanciare il patto educativo globale rischiando proposte forti e coraggiose”

“Rilanciare il patto educativo globale, sviluppare alleanze e reti educative, attuare libertà di educazione e diritto allo studio, realizzare un’effettiva parità per famiglie, studenti e personale”. Sono queste, per mons. [...]