News

30/Gen/17

‘Ti racconto Giuseppe Moscati’ a cura del Centro culturale della parrocchia ‘Maria Ss. del Rosario’ in Cittanova

Week-end di testimonianza accompagnati dalla figura luminosa di SAN GIUSEPPE MOSCATI, il medico santo di Napoli, che mai venne meno al suo servizio di quotidiana e infaticabile opera di assistenza ai malati, per la quale non chiedeva alcun compenso ai più poveri, e nel prendersi cura dei corpi accudiva al tempo stesso con grande amore anche le anime.

L’evento, organizzato dal Centro Culturale Cattolico – Associazione ‘SALE DELLA TERRA’ della Parrocchia Santuario Maria SS. del Rosario di Cittanova, inserito nel percorso culturale ‘Testimoni di speranza’, vuole essere un segnale di fede, cultura e testimonianza per tutta la comunità cittadina e per il territorio.

Padre Alessandro Piazzesi SJ, gesuita proveniente dalla comunità del Gesù Nuovo di Napoli, responsabile per il culto di San Giuseppe Moscati, sarà ospite della nostra comunità, guiderà per la nostra città la peregrinatio della Sacra Reliquia del Medico Santo, ma sarà in mezzo a noi soprattutto per raccontarci Giuseppe Moscati, la sua storia, la sua fede, le sue scelte, il vissuto da uomo, da medico, la sua santità.

«Per indole e vocazione il Moscati fu innanzitutto e soprattutto il medico che cura: il rispondere alle necessità degli uomini e alle loro sofferenze, fu per lui un bisogno imperioso e imprescindibile. Il dolore di chi è malato giungeva a lui come il grido di un fratello a cui un altro fratello, il medico, doveva accorrere con l’ardore dell’amore. Il movente della sua attività come medico non fu dunque il solo dovere professionale, ma la consapevolezza di essere stato posto da Dio nel mondo per operare secondo i suoi piani, per apportare quindi, con amore, il sollievo che la scienza medica offre nel lenire il dolore e ridare la salute».

Dunque, San Giuseppe Moscati diventa anche per noi ‘freccia stradale’ per il nostro cammino cristiano.

Il parroco, don Salvatore Giovinazzo, e i componenti del centro culturale invitano tutti al week-end di formazione.


Nico Amato


Allegati:

AGENSIR news

Da Sarajevo all’Ucraina: la paura delle guerra. Kanita: “Ripetevano che non poteva succedere”

La situazione in Ucraina crea immediati parallelismi con la guerra che ha infiammato la Bosnia ed Erzegovina tra il 1992 ed il 1995: a distanza di 30 anni si può… [...]

Perdono d’Assisi. Gigante: “Dire sì al progetto di felicità cui Dio chiama”

“Infinitamente buono” è stato il tema della 40ª Marcia francescana organizzata, come ogni anno, dai Frati minori d’Italia. Centinaia di giovani, provenienti da tutta Italia ed Europa, si sono dati… [...]