News

Peregrinatio Mariae nella parrocchia ‘Maria Ss. del Soccorso’ in Palmi

«Pregate il rosario tutti i giorni, offrite atti di riparazione e sacrifici e otterrete la pace nel mondo e la salvezza delle anime dei peccatori». Furono queste le pressanti invocazioni rivolte da Maria ai tre pastorelli alla cova di Iria in ogni sua apparizione nel 1917. Richieste che dovremmo accogliere anche noi in questo tempo così imperverso. La Peregrinatio Mariae, voluta fortemente dal Vescovo Francesco Milito, fa da monito alla nostra condotta.

Ad accogliere l’effige della beata Vergine Maria il parroco don Emanuele Leuzzi seguito dai bambini della prima Comunione e dalla comunità parrocchiale tra immensa gioia è grande commozione. Ma la venuta di Nostra Signora di Fatima non deve limitarsi ad un fatto puramente esteriore. Ella, ci ripropone la sua visita, proprio come ai tre pastorelli, per rinnovarci l’invito alla preghiera, al sacrificio ma soprattutto ad una conversione autentica, ad un’offerta totale a Dio; un’offerta a Lui gradita che renderà fecondo questo pellegrinaggio nel nostro vicariato.
I giorni di permanenza del simulacro della Santa Vergine  nella nostra parrocchia sono stati arricchiti da diversi momenti di preghiera comunitaria distribuiti tra la recita delle Lodi, la Santa Messa seguita dall esposizione Eucaristica, la recita dell’ora media con la benedizione Eucarustica, il rosario della Divina Misericordia con catechesi sulla vita dei tre pastorelli, il santo rosario,la recita dei vespri e la Santa Messa, intervallati da visite guidate delle scuole e dei vari gruppi di catechismo e dalla catechesi sul Messaggio di Fatima.

Una grandissima affluenza di visitatori ha contraddistinto questi tre giorni; è incoraggiante notare come diverse generazioni hanno voluto omaggiare anche mediante una breve visita, la Nostra Regina celeste, proprio come farebbe un bimbo in cerca della sua mamma biologica. È un dato significativo in quanto denota il nostro bisogno e la nostra attenzione, in questo periodo contraddistinto da una profonda crisi spirituale, verso colei che prima di essere nostra è Madre di Dio, e che quindi non potrà tralasciare nel dimenticatoio i nostri bisogni di figli, proprio come ha ribadito Lei stessa in una delle apparizioni a Fatima: «Solo io vi posso aiutare, il mio cuore Immacolato sarà il vostro rifugio e la strada che vi condurrà a Dio».

Eliana Nucifora


Allegati:

AGENSIR news

“Zan” Bill and the Vatican Note. Mirabelli: “Freedom rights, not privileges, is what must be guaranteed”

Freedom rights, not privileges, is what deserves protection. Cesare Mirabelli, President Emeritus of the Constitutional Court, commented on the Vatican’s note regarding the “Zan” bill against homotransphobia. The purpose of… [...]

Ddl Zan e nota Vaticano. Mirabelli: “Diritti di libertà da garantire, non privilegi”

Diritti di libertà da garantire, non privilegi. Così Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte costituzionale, commenta la nota vaticana a proposito del ddl Zan in materia di omotransfobia. Un passo… [...]