News

A Rizziconi la Festa dell’Educatore ACR

‘Insieme c’è più festa’, se, ‘Circondati della vera gioia’! … volume al massimo, corpi in fermento e voci festanti, hanno così inondato di vera gioia tutti gli educatori presenti nella ‘1° Festa dell’Educatore’ tenutasi a Rizziconi, presso la Casa di Nazareth, il 2 Giugno 2017, tutti sintonizzati con il cuore verso la felicità, come suggerisce l’inno ‘Siamo in onda’.

E’ tutta un’altra musica’ quella che ha riscaldato le emozioni e gli entusiasmi dei presenti, un evento nuovo, ‘Tutto da scoprire’, fresco, innovativo, ‘Bello vero’, nella Diocesi Oppido Mamertina-Palmi, curato dall’Equipe diocesana ACR che ancora una volta ‘Punta in alto’, e che con l’occasione si è presentata alle Parrocchie presenti, ma ‘C’è di +’, il Responsabile ACR, Gabriele Alessi, dopo un video introduttivo in vista dei 150 anni, ha presentato i cinque Responsabili ACR Diocesani che hanno testimoniato la loro storia ACR in Diocesi, segnando la nostra storia. Cinque testimoni di un vissuto, di un seme piantato nel terreno che oggi inizia a portare frutto.

Da Franco Greco, (1983-1992) che ha dato lustro e vita all’Acr in Diocesi, attraverso le speranze di chi crede fermamente in un ideale nonostante le mille problematiche del tempo; a Stefania Sorace, (1992-1998), oggi delegata regionale, che attraverso gli studi effettuati, grazie alla formazione personale e a scelte di vita radicate in AC, ha congiunto il suo carisma alla figura di Responsabile, affiancata dal grande Assistente Don Enzo Condello (tra l’altro quest’anno ricorre il 20° Anniversario della sua dipartita in cielo), negli anni ricchi di spensieratezza e freschezza, in un’epoca ancora giovane e colma di entusiasmo; da Maria Stella Macrì, (1998-2005), che mediante un video di foto e immagini ha raccontato il suo doppio triennio, ricordando che la sua Responsabilità ha preso corpo con il motto, nonché Inno ‘Festa si farà’, con lei sono nati i primi Campi scuola 12-14; a Salvatore Raso, (2005-2011) che ha paragonato il suo ruolo da Responsabile, alla figura di un pellegrino, con una bisaccia, dentro la quale conservare tanta esperienza che non lascia spazio all’improvvisazione, ma adottando sempre una progettualità; finendo con Angela Giuliano, (2011-2017), fresca e vigorosa nel presentare i suoi due trienni, con un bagaglio di eventi e grandi riuscite, tra cui la prima Via Crucis ACR in Diocesi. Tutti  omaggiati con un quadretto celebrativo del loro splendido percorso, raffigurante una clessidra, dentro la quale spunta, vigoroso dalla terra, uno splendido fiore azzurro e giallo, chiamato AC.

Attimi di commozione, durante la Messa presieduta dall’Assistente Unitario Don Antonio Spizzica con la partecipazione dell’Assistente ACR, il Diacono Don Domenico Cacciatore, il quale ha offerto ai presenti una riflessione sul Vangelo. Pranzo tutti insieme, come stacco della prima parte della giornata in compagnia di sua eccellenza il Vescovo, mons. Francesco Milito, per poi proseguire con la presentazione del Campo 12-14 che si terrà a Luglio, e dedicando il restante pomeriggio a giochi molto coinvolgenti sull’identikit dell’educatore, intervallando gli Inni più recenti e i balli di questi splendidi 34 anni di storia.

Antonino Nucifora


Allegati:

AGENSIR news

Ddl Zan. Cei: “Serve un dialogo aperto e non pregiudiziale”

La Segreteria di Stato vaticana “auspica che la parte italiana possa tenere in debita considerazione le argomentazioni e trovare così una diversa modulazione del testo continuando a garantire il rispetto… [...]

Corridoi umanitari, arrivati oggi 45 profughi dal Niger. Tra loro 22 bambini

E’ il secondo corridoio umanitario proveniente dal Niger ma il primo in tempo di riaperture e nuove speranze per la fine della pandemia. Si tratta di 45 profughi di otto… [...]