News

Festa dei settori Giovani e Adulti di Azione Cattolica

Il sole al tramonto e, sul verde prato cangiante di riflessi azzurri, le ombre dei tanti giovani e adulti che si distendono e si allungano, quasi ad irradiare bellezza verso ogni estremità dello spazio, diventando come i raggi di quella croce d’amore, e con essa, simbolo della nostra amata AC.

Raggi di una croce, che altro non era che una navata, su un prato, che ha condotto all’altare della Santa Messa Solenne della Santissima Trinità, presieduta dall’Assistente Unitario Don Antonio Spizzica, che attraverso uno splendido riferimento delle tre Persone della Trinità associate all’AC, ha dato inizio alla Festa ‘Futuro-Presente’, svoltasi nel giorno 10 Giugno 2017 a Cannavà, presso l’oratorio parrocchiale di Don Antonello Messina.

Una festa organizzata dai Settori Adulti e Giovani del Consiglio Diocesano, che con l’occasione, e con l’intervento del Presidente Diocesano Gaetano Corvo, hanno presentato le due équipe al completo alle Parrocchie presenti. L’atmosfera lieta nella celebrazione, sotto il cielo rosaceo, ha elargito emozione e passione ai presenti, generazioni a confronto radicate nella storia, “Futuro- Presente”, Giovani-Adulti, gli adulti del futuro insieme agli adulti del presente, un connubio perfetto del Presente che attecchisce le proprie radici nel Futuro.

È questa la bellezza più significativa della Festa, aggregata ai momenti di condivisione, dalla celebrazione della Santa Messa, conclusasi con l’arrivo e il saluto di sua Eccellenza il Vescovo Mons. Francesco Milito, che si è soffermato per l’intera serata, al momento di condivisione della cena, un lungo buffet organizzato dalle varie associazioni parrocchiali, che in pochi minuti ha condotto tutti gli aderenti a partecipare alle attività proposte dalle Equipe.

Musica amplificata al massimo, l’entusiasmo dei partecipanti divisi in gruppetti per partecipare alle sfide, foga e voci festanti, elementi questi che hanno rallegrato il clima della serata, dal ‘Karaoke AC’, con i testi delle canzoni modificate per l’occasione, al gioco-quiz ‘Accendi l’AC’, una sorta di cervellone che ha visto sfidare i presenti tra l’euforia trascinante. Risate e tanta spensieratezza sono stati gli ingredienti della riuscitissima festa, e mentre il sole con i suoi toni rubino lentamente ha lasciato il posto al manto vellutato della notte, la serata è giunta al termine, tra le voci in melodia del Vescovo e dell’Assistente Unitario che hanno concluso la festa deliziando e salutando la platea e con un ricordo che sicuramente rimarrà per tanto tempo indelebile nel cuore di ognuno.

Antonino Nucifora


Allegati:

AGENSIR news

La presenza di Gesù l’unica cosa necessaria per superare le prove della vita

“Lo presero con sé, così com’era, nella barca”. Con questa affermazione, apparentemente di poco conto, l’evangelista Marco introduce il lettore nella parabola della tempesta sedata. Il fatto che Gesù venga… [...]

Rifugiati. Caritas Italiana: “Il conflitto israelo-palestinese e la tragedia di un popolo esule”

Un dossier con dati e testimonianze per ripercorrere la storia del conflitto israelo-palestinese raccontato dalla prospettiva dei rifugiati palestinesi. Si intitola “Una vita da rifugiati. Il conflitto israelo-palestinese e la… [...]