News

Eletto il nuovo Consiglio Diocesano di Azione Cattolica per il triennio 2020/2023

 

Si è svolta sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020 presso l’Auditorium diocesano la XVII Assemblea Diocesana elettiva di Azione Cattolica, che ha avuto come tema “Ho un popolo numeroso in questa città”.

I lavori assembleari, che nella prima giornata hanno coinvolto tutti i soci di Azione Cattolica, sono iniziati sabato pomeriggio con un momento di preghiera guidato dal Vicario Generale Don Giuseppe Varrà e dell’Assistente Unitario Don Antonio Spizzica.

Dopo i saluti e l’introduzione ai lavori da parte del Presidente Diocesano Gaetano Corvo e della Delegata Regionale Stefania Sorace, centro della prima giornata di assemblea è stato il momento di formazione a cura di Diego Grando, Responsabile Nazionale per la Promozione Associativa il quale, partendo dal ricordo del Presidente Nazionale Vittorio Bachelet nel 40° anniversario del suo assassinio, ha parlato ai soci presenti di un’Azione Cattolica fatta di gente disposta a pagare di persona, un popolo numeroso che ama il proprio quotidiano e la propria terra e la serve gratuitamente, senza mai tralasciare il Vangelo e la preghiera. Diego Grando ha concluso il suo intervento invitando ognuno a piantare semi di bene e a dimenticarsene, perché quel bene da qualche parte un giorno crescerà.

La giornata di domenica è iniziata con la relazione sul triennio di un visibilmente emozionato Presidente Diocesano uscente Gaetano Corvo, il quale ha condiviso con i presenti il percorso che lo ha visto alla guida dell’AC in questi ultimi sei anni, senza lodi o meriti ma nella discrezione e nell’umiltà che lo hanno sempre contraddistinto, e nello stile che è quello tipico e autentico dell’Azione Cattolica. Ha proseguito ringraziando tutti i componenti della Presidenza e del Consiglio diocesano che in questo triennio hanno servito l’associazione, gli assistenti spirituali e tutti i soci.

Non sono mancati in questa occasione momenti di viva commozione nel ricordo di quei soci e amici di Azione Cattolica che hanno contribuito all’edificazione dell’associazione e che ci hanno lasciato lungo il cammino, per abbracciare il Padre Celeste: Mimmo Zappia, già Presidente Diocesano e Segretario regionale, Nicola Carlucci, Incaricato regionale del settore adulti, e le Presidenti parrocchiali Nilla Macrì e Filomena Sorrentino.

Al termine della relazione si sono svolte le operazioni di voto per eleggere i Consiglieri diocesani dei settori adulti, giovani, e dell’ACR che opereranno nel prossimo triennio e che già nella giornata di lunedì 24 febbraio 2020, sono stati convocati dal Presidente uscente Gaetano Corvo, insieme all’Assistente unitario Don Antonio Spizzica, per l’elezione della terna di nomi da sottoporre al nostro Vescovo S.E. Mons. Francesco Milito, il quale avrà il compito di nominare il nuovo Presidente Diocesano per il triennio 2020/2023.

 

I Consiglieri diocesani eletti per il triennio 2020/2023 sono

per l’ACR (Azione Cattolica dei Ragazzi):

– Cutrì Stefania, Parrocchia “Santa Teresa di Gesù Bambino di Cannavà, con voti 48;

– Avenoso Francesco, Parrocchia “Santa Teresa di Gesù Bambino di Cannavà, con voti 42;

– Rosarno Mara, Parrocchia “Maria SS. dell’Addolorata” di Rosarno, con voti 26;

– Sposato Concetta, Parrocchia “Santa Caterina e Leone Magno” di Tresilico, con voti 21;

– Mazzagatti Pasqualina, Parrocchia “Santa Maria Vergine Addolorata – Calvario” di Oppido M., con voti 10;

per il Settore Giovani:

– Cannatà Alessandra, Parrocchia “San Giovanni Battista” di Rosarno, con voti 37;

– Scopelliti Carmela (Memè), Parrocchia “Santo Stefano” di Varapodio, con voti 35;

– Posterino Rocco, Parrocchia “Maria SS. del Soccorso” di Palmi, con voti 32;

– Parrello Erika, Parrocchia “Maria SS. del Soccorso” di Palmi, con voti 26;

– Andreacchio Federica, Parrocchia “Maria SS. delle Grazie” di Taurianova, con voti 16;

per il Settore Adulti:

– Barilà Vincenzo, Parrocchia “Maria SS. del Soccorso” di Palmi, con voti 40;

– Rizzo Vilma, Parrocchia “San Nicola” di Varapodio, con voti 36;

– Papasergi Rosalba, Parrocchia “Santa Teresa di Gesù Bambino di Cannavà, con voti 29;

– Fava Maria Josè, Parrocchia “Maria SS. delle Grazie” di Taurianova, con voti 24;


– Spinelli Isabella, Parrocchia “San Gaetano Catanoso” di Gioia Tauro, con voti 17.


Allegati:

AGENSIR news

“Zan” Bill and the Vatican Note. Mirabelli: “Freedom rights, not privileges, is what must be guaranteed”

Freedom rights, not privileges, is what deserves protection. Cesare Mirabelli, President Emeritus of the Constitutional Court, commented on the Vatican’s note regarding the “Zan” bill against homotransphobia. The purpose of… [...]

Ddl Zan e nota Vaticano. Mirabelli: “Diritti di libertà da garantire, non privilegi”

Diritti di libertà da garantire, non privilegi. Così Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte costituzionale, commenta la nota vaticana a proposito del ddl Zan in materia di omotransfobia. Un passo… [...]