News

29/Mag/20

Contributo Straordinario CEI Emergenza Covid-19

 
La Conferenza Episcopale Italiana sin dai primi giorni della pandemia è intervenuta per aiutare quanti stavano subendo la crisi. Oltre ad interventi a carattere nazionale la CEI ha concesso un contributo straordinario alle Diocesi per “contribuire a far fronte alle conseguenze sanitarie, economiche e sociali provocate dal Covid-19 … a partire dalle parrocchie.”

 

Prendendo le mosse dal principio nessuno rimanga indietro il Vescovo della Diocesi, mons. Francesco Milito, attivo sin dai primi giorni della pandemia per stare vicino ai fedeli e a quanti erano nel bisogno, non ha perso tempo e in aprile ha inviato una scheda ai Parroci per conoscere le nuove povertà provocate dall’emergenza. I dati della ricerca hanno permesso una riflessione del Vescovo con gli organismi diocesani per scegliere come assegnare il contributo ed inoltre fissare regole condivise al fine di intervenire tempestivamente ed in trasparenza, a favore delle persone colpite dalla crisi  

 

Il contributo CEI per la Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi, accreditato il 30 aprile, è stato di 573.683,48  €. ed è stato assegnato per il:

 

· 40% da dividere ad ogni parrocchia:
  (in questo modo anche le comunità piccole possono avere un sostegno adeguato);

· 40% alle parrocchie in base al numero di abitanti (dati ICSC);

· 20% ad Enti Ecclesiastici, Associazioni e Diocesi.

 

Alle Parrocchie sono stati assegnati 462.643,51 €. per aiutare le famiglie, i malati e le persone in difficoltà, alle Associazioni €.12.500 per sostenere le comunità di accoglienza, alla Diocesi €.98.539,97 per le attività dei vari Centri diocesani. Nel comunicare l’assegnazione del contributo alle parrocchie, il Vescovo ha chiesto ai parroci di coinvolgere anzitutto il Consiglio Pastorale e il Consiglio per gli affari economici alla luce delle linee indicate per il Progetto per la più equa e oggettiva destinazione dei contributi da erogare.

 

L’Economato è stato coinvolto per preparare le indicazioni circa la procedura da seguire per l’erogazione della somma assegnata e per aiutare le Parrocchie nella progettazione e realizzazione degli interventi.

 

Il Servizio Sovvenire ha collaborato per far conoscere quanto l’8XMille aiuta le comunità parrocchiali in questo periodo di crisi.  E’ stata infatti predisposta una locandina da affiggere in ogni parrocchia per rendere partecipe la comunità della somma assegnata. Inoltre, nel mese di giugno, in collaborazione con l’Ufficio di Comunicazioni Sociali, sarà avviato un’iniziativa per far raccontare ai Parroci come i progetti parrocchiali si siano trasformati in aiuti concreti ai più bisognosi.
 
 

 


Allegati:

AGENSIR news

Suicidio assistito. Gambino: “No a letture ‘estensive’ dei paletti fissati dalla Consulta e a fughe in avanti. Serve una legge coerente con quanto stabilito dalla Corte”

Ora anche Antonio, nome di fantasia, tetraplegico di 44 anni, potrà accedere al suicidio medicalmente assistito attraverso l’auto-somministrazione di un farmaco letale. Ieri la Commissione medica dell’Azienda sanitaria unica regionale… [...]

Putin taglia il gas e l’Ue corre ai ripari risparmiando energia. La situazione in Europa

“Salvare il gas per un inverno sicuro”: Putin e Gazprom minacciano di tagliare ulteriormente le forniture energetiche all’Europa amica dell’Ucraina. E così l’Unione corre ai ripari, decidendo di tagliare i… [...]