News

06/Mar/21

Anoia si veste di gioia per la consacrazione dell’altare della Chiesa di Maria Santissima dell’Assunta

 

Tante gerbere gialle, segno di gioia e pienezza, un’emozione palpabile e la luce di un evento importante hanno colmato di pace  la Chiesa di Maria Santissima dell’ Assunta di Anoia lo scorso 22 febbraio, dove, alla presenza del Vescovo della Diocesi di Oppido Mamertina Palmi, Mons. Francesco Milito,  è stato consacrato il nuovo altare.

La dedicazione dell’altare rappresenta una cerimonia molto importante all’ interno della chiesa ove lo stesso  rappresenta con la sua  posizione centrale il fulcro della vita spirituale dei cristiani, così come il cuore pulsante della comunità e questo centro da cui tutto si sprigiona e verso cui tutto converge depone la ragione della sua esistenza e la sua divina essenza nel rito della consacrazione nel momento preciso in cui  il Figlio di Dio si offre per noi, sacrificandosi per  ristabilire il legame innato  con Dio, riaprendoci con amore la porta del cielo  e facendosi  tempio di Dio stesso.

Come lo stesso Vescovo Mons. Milito ha sottolineato in un’intensa omelia, l’ altare non deve essere inteso come un oggetto astratto bensì come “cattedra di chi esercita in nome del Signore una funzione di insegnamento”, l’altare come cattedra da cui la Parola percorre i cuori per  tramutarsi in opere. Si è poi dato corso alla  consacrazione dell’altare, che è stato unto con il Sacro Crisma ed incensato, profumi  che hanno avvolto la comunità solennemente partecipe. È stato quindi rivestito delle tovaglie ed  ornato con fiori e ceri che il Diacono Michele Vomera  ha acceso con il cero portogli dal Vescovo accompagnato da un intenso applauso dei presenti.

La celebrazione è proseguita con l’intervento del parroco Don Giuseppe Calimera che visibilmente emozionato  ha dato  chiarimenti in merito al significato dei due raggi che rispettivamente si  irradiano dal centro dell’altare verso la comunità e l’ambone, il tutto sotto lo sguardo dolcissimo della Madonna dell’ Assunta, la cui statua risale al XIX secolo e viene  esposta con devozione ed  amore nella chiesa.

Un avvolgente senso di gioia  ha contagiato tutti i presenti, che anche alla fine della cerimonia di dedicazione hanno calorosamente applaudito l’avvenuta consacrazione, memori di un  evento storico che li ha coinvolti e plasmati pienamente con la presenza del Signore, centro del mondo e segno di vita vera per tutti.

 

Lina Maiolo


Allegati:

AGENSIR news

Suicidio assistito. Gambino: “No a letture ‘estensive’ dei paletti fissati dalla Consulta e a fughe in avanti. Serve una legge coerente con quanto stabilito dalla Corte”

Ora anche Antonio, nome di fantasia, tetraplegico di 44 anni, potrà accedere al suicidio medicalmente assistito attraverso l’auto-somministrazione di un farmaco letale. Ieri la Commissione medica dell’Azienda sanitaria unica regionale… [...]

Putin taglia il gas e l’Ue corre ai ripari risparmiando energia. La situazione in Europa

“Salvare il gas per un inverno sicuro”: Putin e Gazprom minacciano di tagliare ulteriormente le forniture energetiche all’Europa amica dell’Ucraina. E così l’Unione corre ai ripari, decidendo di tagliare i… [...]