News

Il Clero della Diocesi di Oppido-Palmi in campo per la promozione dell’8×1000

Il Clero della Diocesi di Oppido-Palmi giovedì si è riunito in Cattedrale per il consueto ritiro spirituale ed aggiornamento.

La meditazione, intensa e approfondita è stata guidata da S. E. Mons. Benigno Papa, Arcivescovo emerito di Taranto, già Vescovo della Diocesi, e noto biblista.

Mons. Francesco Milito, Vescovo della Diocesi ha quindi introdotto gli interventi di Filippo Andreacchio, Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali, che ha presentato il nuovo sito diocesano completamente rinnovato non solo nell’aspetto grafico, e  di Walter Tripodi, incaricato diocesano del Sovvenire il quale ha informato che, a seguito di una sollecitazione del Servizio Sovvenire nazionale, è stato organizzato in Diocesi un progetto per la promozione della raccolte delle firme di scelta dell’8XMille. A tutti i sacerdoti presenti, in particolare ai Parroci, è stato chiesto di promuovere la raccolta delle firme sulla CU tra i fedeli che frequentano la parrocchia, che si riconoscono in essa, ma che per svariati motivi non hanno firmato per l’8XMille.

Dopo una presentazione della nuova campagna nazionale, l’incaricato si è soffermato sui dati delle firme raccolte negli anni precedenti, in particolare sui dati riguardanti i contribuenti, non obbligati alla dichiarazione, che non appongono alcuna firma di scelta dell’8 per mille.

Per le somme assegnate alla Chiesa Cattolica sono state indicate le cifre nazionali e diocesane di ripartizione e per i dati diocesani, dallo stesso Direttore dell’UCS è stato evidenziato come tutte le cifre, comprese quelle della recente erogazione dei fondi straordinari emergenza Covid.19, siano pubblicate, già da diversi anni, sul sito diocesano.

Molti i parroci si sono dimostrati interessati a realizzare un momento di formazione in parrocchia e per quest’anno l’obiettivo minino che il Servizio si è posto è  accompagnare con particolare attenzione  10 parrocchie della Diocesi nel momento di formazione e per la raccolta dei CU.

A conclusione dell’incontro, in segno di buon esempio, è stato chiesto a tutti i sacerdoti presenti, a partire dal Vescovo, di passare al tavolino predisposto dal Servizio per la racconta delle firme.  35 i sacerdoti che hanno apposto la firma e consegnato i relativi documenti necessari per presentare al CAF la loro scelta, ricordandosi che: “Non è mai solo una firma, anche quando a farla è un sacerdote…è di più molto di più”.

Vincenzo Caruso


Allegati:

AGENSIR news

“Zan” Bill and the Vatican Note. Mirabelli: “Freedom rights, not privileges, is what must be guaranteed”

Freedom rights, not privileges, is what deserves protection. Cesare Mirabelli, President Emeritus of the Constitutional Court, commented on the Vatican’s note regarding the “Zan” bill against homotransphobia. The purpose of… [...]

Ddl Zan e nota Vaticano. Mirabelli: “Diritti di libertà da garantire, non privilegi”

Diritti di libertà da garantire, non privilegi. Così Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte costituzionale, commenta la nota vaticana a proposito del ddl Zan in materia di omotransfobia. Un passo… [...]