News

I Diaconi a Seminara nella Festa del loro Patrono San Lorenzo

Giorno speciale il 10 Agosto e di  festa per i tutti  diaconi della Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi che, invitati dal Rettore della Basilica Minore della Madonna dei Poveri in Seminara, don Domenico Caruso  durante la quindicina in onore della Madonna dei Poveri, in occasione della festa di San Lorenzo, hanno partecipato, in buon numero, insieme alle mogli e ai figli, alla celebrazione eucaristica presieduta dal Delegato vescovile per il diaconato e i ministeri istituiti don Giovanni Battista Tillieci, in un clima di sentito e commosso raccoglimento, lodando  il Signore per il dono di San Lorenzo diacono e martire, per la sua testimonianza di carità e per il dono della loro chiamata al servizio nella Santa Chiesa.

Una speciale predilezione lega i diaconi alla Basilica, dove è venerata la statua lignea della Madonna dei Poveri (IX sec.). Qui in ogni tempo tutti i poveri accorrevano, e questi erano e sono il cuore dell’attenzione di ogni “servizio” che in Cristo, per Cristo e con Cristo viene offerto.  San Lorenzo, al tiranno che chiedeva i beni della Chiesa, presentò i poveri come i tesori più preziosi della Chiesa, ed essi lo sono ancora oggi, perché tutti siamo “poveri” e bisognosi dell’amore di Cristo e dell’attenzione pastorale della Chiesa che attraverso i vescovi, i presbiteri e i diaconi, si riversa su ogni persona.

Nell’omelia, Don Giovanni Battista Tillieci ha voluto mettere in risalto la bellezza della vocazione al diaconato, che in questi anni di servizio alla Diocesi ha imparato ad apprezzare, ed ha evidenziato quanto questa sia oggi importante punto di congiunzione nella quotidianità tra la Chiesa e la società civile. Ha sottolineato poi quanto oggi il diacono, per alcuni versi più dei presbiteri, possa entrare, attraverso il suo essere in mezzo alla gente, nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni concrete di bisogno, e così essere un permanente servizio alla speranza del mondo.

Alla fine della celebrazione eucaristica il Delegato vescovile a nome di tutti i diaconi presenti ha voluto ringraziare il Rettore don Domenico Caruso per averci dato l’opportunità di ritrovarci sotto il manto della Vergine Maria Madre dei Poveri a cui sentitamente ci siamo affidati.

Graditi ospiti del Rettore don Domenico Caruso, la serata è proseguita con un momento di comunione e condivisione fraterna ben organizzato dai collaboratori della Parrocchia con i diaconi che hanno apprezzato vivamente questo momento che ha consentito loro di ritrovarsi gioiosamente insieme dopo tanto tempo.

Don Rosario Carrozza