News

02/Apr/22

Formazione Sovvenire – Parrocchia San Giovanni Battista in Rosarno

Martedì 29 marzo si è tenuto un incontro di formazione sul Sovvenire e sui temi dell’8XMille. Organizzato dal parroco, mons. Giuseppe Nicola Varrà, e presente anche don Cosimo Furfaro, l’incaricato diocesano del Sovvenire, Walter Tripodi, ha prima presentato un breve video con il quale sono stati presentati i dati storici del Sostentamento del clero e l’avvio del nuovo sistema di sostegno economico della Chiesa.  Il relatore ha poi continuato l’intervento con delle slide soffermandosi sui dati nazionali e diocesani circa le firme di destinazione dell’8XMIlle e delle somme raccolte grazie a tali firme.  Sia l’incaricato come pure il parroco hanno evidenziato come la firma di ognuno ha aiutato anche per il sostegno e la realizzazione di progetti parrocchiali quali l’acquisto della Casa Canonica parrocchiale ed interventi caritativi che ogni anno la parrocchia realizza grazie anche ai fondi 8xMIlle.

Presenti all’incontro i membri del Consiglio Parrocchiale Affari Economi, recentemente rinnovato nelle persone di Francesco Grande, Arturo Lavorato e  Antonio Madonna, e altre 50 persone circa. Diversi sono stati gli interventi dei partecipanti grazie ai quali sono stati chiariti alcuni luoghi comuni sul sostegno economico alla Chiesa.

È stato inoltre presentato il nuovo progetto del Sovvenire 2022 nel quale, il Vescovo Mons. Francesco Milito, ha scelto di coinvolgere anche la parrocchia San Giovanni Battista di Rosano. Sono 20 le parrocchie che il Vescovo ha selezionato per la partecipazione ai progetti, indicando anche la possibilità a tutte le parrocchie di partecipare, e nella lettera inviata ai parroci sottolinea quanto sia necessario rafforzare la rete del Sovvenire e come, per questo, occorra che ognuno si senta corresponsabile del sostegno economico della Chiesa: infatti “quella che viene lanciata è una sfida, che potrà essere vinta solo con l’aiuto di tutti. Si tratta di una forma di partecipazione alla vita della Chiesa e alle sue necessità, cioè alle nostre.   … Se non siamo noi i primi e da chi altri mai pensiamo possa provenire l’aiuto?”.

L’iniziativa si collega alla proposta della CEI di coinvolgere per il 2022  5000 parrocchie in Italia al fine di realizzare i due progetti: una firma per unire (raccolta CU per firme 8XMille) e uniti nel dono (erogazioni liberali). Nella nostra Diocesi delle 20 le parrocchie scelte, (5 per Vicaria) si sono già iscritte in 22. Infatti oltre alle parrocchie selezionate possono iscriversi tutte le parrocchie della Diocesi, dal link:  https://www.unafirmaxunire.it/, entro il 10 aprile p.v.

L’incontro si è concluso con un arrivederci alle prossime iniziative previste per la promozione del Sovvenire nelle parrocchie di tutta la Diocesi.

Servizio Diocesano Sovvenire

AGENSIR news

Da Sarajevo all’Ucraina: la paura delle guerra. Kanita: “Ripetevano che non poteva succedere”

La situazione in Ucraina crea immediati parallelismi con la guerra che ha infiammato la Bosnia ed Erzegovina tra il 1992 ed il 1995: a distanza di 30 anni si può… [...]

Perdono d’Assisi. Gigante: “Dire sì al progetto di felicità cui Dio chiama”

“Infinitamente buono” è stato il tema della 40ª Marcia francescana organizzata, come ogni anno, dai Frati minori d’Italia. Centinaia di giovani, provenienti da tutta Italia ed Europa, si sono dati… [...]