News

21/Nov/22

Incontro Diocesano dei Giovani in preparazione alla GMG 2023 a Lisbona

Sabato 19 novembre 2022 l’Ufficio della Pastorale Giovanile, alla Vigilia della Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo, in cui si celebra la Giornata Mondiale della Gioventù nelle Chiese particolari sparse in tutto il mondo, ha proposto un incontro di inizio anno per i Giovani della Diocesi in preparazione della “Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona 2023”.

L’incontro, tenutosi presso l’Auditorium Diocesano “Famiglia di Nazareth” in Rizziconi, proponeva, oltre ad un momento di accoglienza animato dai “The Synodos Band” (un gruppo musicale della Diocesi guidato da Don Federico Arfuso), un momento di preghiera e di riflessione al Vangelo di Luca (1,26-46), a cura di Don Francesco Muratori (Responsabile del Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile), il quale ha sottolineato l’importanza della Annunciazione dell’Angelo a Maria”, e del Suo “Sì” alla chiamata del Signore. Fu grazie alla meditazione fatta sulla Parola scritta di Dio nella Bibbia che Maria fu capace di percepire la Parola viva di Dio nella visita dell’Angelo. Oggi avviene la stessa cosa con la visita di Dio nelle nostre vite: “Sia fatta la Tua volontà”.

Anche il Vescovo Mons. Francesco Milito, durante il suo intervento, ha invitato i giovani a meditare sull’importanza della presenza di Dio e della vocazione nella loro vita, evidenziando come la Chiesa ci richiama in modo particolare, attraverso la Parola e la Preghiera, ad intendere la vita come una chiamata di Dio, come Maria, donna di fede, che si mette in ascolto di Dio e di se stessa: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la Tua parola» (Lc1,38); e, dunque, lasciando echeggiare nei nostri cuori l’invito pressante di Dio ad alzarci. “Il tempo di alzarci è adesso! Alziamoci in fretta! E come Maria portiamo Gesù dentro di noi per comunicarlo a tutti! (Papa Francesco, messaggio ai giovani per la XXXVII GMG 2022-2023).

Una giornata, quindi, in cui i giovani e le comunità sono stati invitati ad essere non stazionari, ma missionaria sentirsi amati e chiamati dal Signore come Maria: “Maria era una ragazza come molti di voi. Era una di noi, non si lasciava paralizzare dalle difficoltà, perché dentro di Lei c’era e c’è Gesù”, ha sottolineato S.E. Mons. Milito, parlando a braccio ai tanti giovani presenti all’Assemblea Diocesana.

L’incontro proponeva altresì delle testimonianze di fede e di vita spirituale sull’esperienza vissuta da alcuni giovani presenti alle precedenti Giornate Mondiali della Gioventù: Arianna Valerioti e Giovanna Ortolani (Parrocchia Maria SS. del Rosario in Palmi), nel 2016, parteciparono alla GMG di Cracovia, in Polonia, presieduta dal Santo Padre Papa Francesco. Entrambe hanno raccontato la loro esperienza vissuta in quel pellegrinaggio, ribadendo che le emozioni forti provate in quelle settimane non sono ancora facili da decifrare: partecipare ad una Messa insieme a milioni di persone in silenzio assoluto è stato così emozionante. Era impossibile non percepire che Cristo fosse lì, a parlare con me attraverso quel silenzio, alla presenza di fratelli e sorelle provenienti da tutto il mondo. Ciò che ci univa, in quei giorni, e ci unisce, tutt’oggi, a distanza di anni, è l’amore di Cristo che si manifesta in ognuno di noi”. LUI che è Via, Verità e Vita! Sentimenti che hanno accompagnato numerosi giovani della nostra Diocesi alle precedenti GMG (Madrid 2011).

A seguire si sono svolte attività di gruppo tra i giovani delle diverse comunità parrocchiali presenti, coordinate da Erika Parrello (Parrocchia Maria SS. del Soccorso di Palmi ), attraverso un gioco di scambio ed interazione di pensieri, con l’utilizzo di un “QRcode”, che permetteva di accedere, mediante la rete internet e l’utilizzo dello smartphone, ad un questionario che poneva ad ogni singolo giovane quesiti sull’importanza della Vocazione e sul desiderio di voler partecipare o meno al grande pellegrinaggio intercontinentale di giovani che culminerà nella Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona nell’agosto del prossimo anno.

Infine, all’incontro erano presenti anche molti giovani con disabilità della nostra Diocesi, accompagnati da Don Giovambattista Tillieci, Direttore dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale delle persone con disabilità.

 Marisa Gambi

 


Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

Appuntamenti del Vescovo

Tutti gli appuntamenti

AGENSIR news

È troppo sognare che le armi tacciano?

“È troppo sognare che le armi tacciano e smettano di portare distruzione e morte? Il Giubileo ricordi che quanti si fanno “operatori di pace saranno chiamati figli di Dio” (Mt [...]

Vescovi inglesi: “Stop alle armi, costruire la pace”. Richiamo al governo sul nucleare

Si chiama “Called to be peacemakers. A Catholic approach to arms control and disarmament”, “Chiamati ad essere portatori di pace. Un approccio cattolico al controllo delle armi e al disarmo”, [...]