sabato 24 Feb 2024

Dalle Parrocchie

Comunità di Sitizano – Gioiscono i cieli nella lietezza di un canto

E’ un inno di fede e devozione quello che si è innalzato ai cieli dalla Parrocchia di Santa Domenica Vergine e Martire in Sitizano nel giorno della memoria mensile dedicato alla Madonna del Carmine, l’inno Akathistos, infatti, eseguito dal Coro Maria SS Immacolata della Parrocchia S.Ippolito Martire di Gioia Tauro, ha animato la comunità dopo la Santa Messa presieduta dal Parroco Don Giuseppe Mangano e dal Vicario Foraneo della Vicaria di Polistena Don Salvatore Tucci.

Nel mese di maggio dedicato alla Madonna si consolida il progetto infinito di Dio, dice Don Salvatore Tucci nell’omelia, il progetto di un Dio che non ci abbandona mai e che nella Sua immensità paterna insegue l’uomo anche attraverso la Santa Vergine che con umiltà ha accettato il disegno divino facendosi mediatrice di salvezza per quanti santificano la fede attraverso la preghiera e la devozione, per quanti si fanno strumenti della Parola di Dio e soprattutto per i peccatori.

Nella suggestiva Chiesa di Santa Domenica, successivamente alla celebrazione della Santa Messa, il Coro Maria SS Immacolata della Parrocchia S.Ippolito Martire di Gioia Tauro ha eseguito un breve concerto di due canti sugellato dall’esecuzione dell’Inno Akathistos, un antico inno alla Madre di Dio risalente al V secolo, che nella sua interezza abbraccia tutto il progetto di Dio elevando la mente e lo spirito verso la conoscenza di Cristo. Il coro, diligentemente diretto dalla Maestra Eleonora Genovesi è stato accompagnato nella musica dal Maestro Bartolomeo Piromalli. Una serata di fede, canti e amore in onore della Santa Madre di Dio che con sguardo materno e contornata di fiori ha avvolto la comunità di Sitizano.

 Lina Maiolo

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Il “miracolo” della statua della Madonna rimasta in piedi sotto l’esplosione di un ordigno in Ucraina

Li chiamano “i miracoli” della guerra. L’ultimo è successo a Kherson, città meridionale dell’Ucraina, a pochissimi chilometri dal fronte. A partire dal Mercoledì delle Ceneri, la città è stata di [...]

Inaugurata la Casa Arca degli Esposti, dove a vincere sono lo Stato e la società

Al pensiero di avere in mano le chiavi di un appartamento qualcuno si è commosso, grato per la seconda possibilità ricevuta. Qualcun altro invece non vede l’ora di cominciare a [...]