Dalle Parrocchie

09/Giu/24

Il Santo Padre ha benedetto lo Stellario e l’Aureola del Bambinello che saranno posti sulla prodigiosa statua della Madonna della Montagna di Taurianova in occasione del 130° anniversario dei Miracoli

Mercoldì 5 giugno 2024, in occasione dell’udienza generale Papa Francesco ha benedetto lo stellario e l’aureola, simboli di speranza e devozione, che presto risplenderanno sulla sacra effigie della Madonna della Montagna di Taurianova.
La Solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta dal vescovo mons. Giuseppe Alberti, avverrà il prossimo 9 settembre, giorno in cui si celebrerà il 130° anniversario dei Miracoli.

Il 9 settembre è infatti un giorno importante che ha tracciato la storia della città di Taurianova con i prodigiosi segni del miracolo del movimento degli occhi della statua della Madonna della Montagna e dell’apparizione della croce sulla luna, avvenuti nel 1894.

“La benedizione dello stellarioha affermato il parroco don Mino Cianoci ricorda, ancora una volta, che Maria è la stella polare del nostro cammino”.

Insieme a don Mino, erano presenti sul sagrato di Piazza San Pietro anche: l’orafo taurianovese Enzino Avignone, che ha realizzato, con la fusione dell’oro e dell’argento offerti dai fedeli, lo stellario, con pietre preziose incastonate e l’aureola; l’assessore Massimo Grimaldi, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, che ha voluto offrire in dono al Santo Padre un’opera realizzata dal maestro ceramista Vincenzo Ferraro, che rappresenterà il prossimo Premio dei Miracoli e il piccolo Federico Scionti, che ha salutato il Papa a nome di tutta la comunità di Taurianova.

“Partecipare a questa cerimonia è stato un grande onore – ha dichiarato l’assessore Grimaldi.La benedizione dello stellario è per tutti noi simbolo del nostro impegno per una città sempre più unita ed orientata al bene comune”.

Durante l’udienza, Papa Francesco ha esortato i presenti a chiedere «a Gesù di fare di essi, mediante il suo Santo Spirito, degli uomini e delle donne veramente liberi, liberi per servire, nell’amore e nella gioia». Con una invocazione per la pace, il Papa ha poi concluso l’udienza generale durante la quale ha anche annunciato un documento sulla devozione al Sacro Cuore di Gesù, che sarà pubblicato a settembre. «Credo che ci farà molto bene meditare su vari aspetti dell’amore del Signore, che possano illuminare il cammino del rinnovamento ecclesiale, ma anche che dicano qualcosa di significativo a un mondo che sembra aver perso il cuore». «Chiediamo al Signore, per intercessione della sua Madre, la pace nella martoriata Ucraina, in Palestina, in Israele e nel Myanmar. Preghiamo che il Signore ci dia la pace e che il mondo non soffra tanto per le guerre», ha invocato Francesco.

In piazza, per questo evento straordinario di grande rilevanza spirituale, anche una rappresentanza del Comitato cittadino per i 130 anni e tanti fedeli della comunità e della diocesi.

Tra i prossimi appuntamenti del 130° anniversario dei Miracoli, pensati per onorare la lunga storia di fede e devozione legata a questo luogo mariano un momento di profonda spiritualità sarà, il 15 e 16 giugno, con il pellegrinaggio a piedi al santuario di Polsi, nel cuore dell’Aspromonte, durante il quale i fedeli avranno l’opportunità di percorrere un cammino di preghiera e riflessione e dove il 16 giugno al termine della S. Messa ai piedi della Madonna della Montagna di Polsi, sarà sottoscritto il gemellaggio fra le due parrocchie.

Dal primo al 4 luglio inoltre saranno realizzati dei laboratori per bambini e adulti per la creazione delle stelle votive che durante la novena della Madonna della Montagna (dal 30 al 7 agosto) illuminano ogni casa della città.


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

Appuntamenti del Vescovo

Tutti gli appuntamenti

AGENSIR news

Agricoltura ed Europa: si avvicina la resa dei conti

Passata la tornata elettorale, adesso gli agricoltori – in Italia e non solo – aspettano al varco chi ha vinto la corsa: i futuri Parlamento europeo e Commissione sono attesi [...]

Europei di calcio. Pochi ma buoni: gli italiani in Germania aspettano la nazionale azzurra

Ancora calda e possente è la gioia per le 24 medaglie (11 ori, 9 argenti, 4 bronzi) conquistate dagli atleti italiani ai Campionati europei di atletica leggera di Roma, davanti [...]