News

“Il lavoro che vorrei” – al via la seconda fase per la presentazione delle candidature per i profili richiesti dalle aziende.

 

Si è conclusa la prima fase del progetto “Il lavoro che vorrei” relativa alla manifestazione di interesse da parte di aziende del territorio diocesano che si sono candidate ad ospitare i tirocini formativi.

 

Sono state 5 le aziende selezionate che hanno presentato la propria candidatura entro il termine ultimo fissato per lo scorso 12 ottobre, con l’indicazione dei seguenti profili di lavoro e requisiti richiesti:

 

FIGURA

COMPETENZE RICHIESTE

n° 1 addetto alla fattoria didattica

E’ gradita una precedente esperienza lavorativa maturata in ambito educativo ed agricolo. Diploma di Laurea (vecchio ordinamento) o laurea specialistica o laurea magistrale.
Si predilige la conoscenza delle lingue inglese e francese. Conoscenze informatiche utilizzo della posta elettronica e di internet; conoscenza del sistema operativo per desktop (Windows) e del pacchetto OpenOffice [programmi per scrivere testi (Word ), preparazione presentazioni (Power Point ) e fogli di calcolo (Excel )].Utilizzo dei social media

Altri requisiti: possesso della patente B ed eventualmente della patente D. Il tirocinante deve inoltre essere in possesso dei seguenti requisiti: personalità flessibile, capacità di lavorare per obiettivi, capacità di analisi e di sintesi, buone capacità relazionali e comunicative, doti di autonomia organizzativa, spiccata motivazione ed interesse per le tematiche oggetto del tirocinio.

 

n° 1 addetto alla produzione e al confezionamento di cosmetici

Capacità di lavorare in gruppo e volontà di acquisire nuove conoscenze. Non sono necessari titoli di studio specifici. E’ richiesta la conoscenza degli applicativi di Office.

 

n° 1 addetto alle vendite e ai processi di gestione

Capacità di lavoro in team. Diploma di scuola secondaria. Conoscenza dei principali software di ufficio.

n°2 addetti ad interventi socio-ricreativi in strutture semiresidenziali e residenziali

Laurea in Scienze del servizio sociale o attestato di animatore sociale

 

Il Progetto “Il lavoro che vorrei“, sostenuto dal contributo finanziario del Fondo CEI 8XMille annualità 2020 di Caritas Italiana, ha l’obiettivo di consentire un periodo di formazione ed avviamento al lavoro a persone in cerca di occupazione.

Le candidature degli aspiranti tirocinanti, in possesso dei requisiti richiesti dalle aziende selezionate e dalle “Linee Guida regionali in materia di tirocini formativi e di orientamento” Accordo Stato – Regioni 25 Maggio 2017″, devono essere inoltrate entro le ore 12.00 del 24 ottobre 2020 all’indirizzo caritasoppidopalmi@gmail.com, allegando la “Scheda di candidatura”, il proprio curriculum vitae corredato da autorizzazione al trattamento dei dati personali.

Per informazioni dettagliate, per supporto all’invio della candidatura o alla redazione del curriculum vitae è possibile contattare l’Animatrice di Comunità del Progetto Policoro diocesano al numero 348.8391968.

 


Allegati:

AGENSIR news

Persone private di libertà. Garante: “Hanno il diritto che il tempo di vita loro sottratto abbia una finalità costruttiva”

Appartenenza dei luoghi della privazione della libertà al nostro mondo, assolutezza del diritto alla tutela della dignità di ogni persona, benché ristretta, effettività della finalizzazione dichiarata e legislativamente affermata della… [...]

Schuman, artisan of peace. Zin: “the way to holiness can pass through political engagement”

Robert Schuman, French statesman, “father of Europe”, first President of the European Parliament has been declared “venerable” by Pope Francis. What is the import of this event? SIR turned the… [...]