sabato 13 Ago 2022

Chiusura dell’Anno della fede e apertura dell’Anno della carità – Omelia nella celebrazione Eucaristica

 

1. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli, cioè per sempre in eterno.

Con questa ‘ o analoga ‘ conclusione lunga rivolta al Padre o al Figlio nella Colletta, o con la conclusione breve, nell’orazione sulle Offerte e nell’orazione dopo la Comunione, in ogni Eucaristia il Sacerdote consegna al Padre la preghiera del popolo (PNMR, n. 32). La regalità del Signore è anamnesi permanente, quotidiana nella comparazione trinitaria e il nostro Amore ne conferma l’adesione di fede.

Grande Dio è il Signore, grande re sopra tutti gli dei (Sal 94, 3) proclama l’orante mattutino, aprendo le labbra per la prima lode al Signore, professando l’unica regalità divina perché non esiste altra. La ripetizione ravvicinata e moltiplicata nel tempo assorbe il rischio di non interiorizzare l’onnicomprensività del testo che, richiamando la natura divina, rischiara la nostra umana ed il rapporto di grazia che lo connette.

[…]

 


Allegati: