News

12/Dic/15

La Trinità di Mattia Preti apre l’anno della Misericordia

Quasi a conclusione della sua permanenza al Museo Diocesano di Arte Sacra di Oppido Mamertina la tela la “Santissima Trinità” di Mattia Preti, che dal 4 novembre è lì esposta, ha avuto in un mese quasi 1000 visitatori. Lo storico evento, voluto dal vescovo di Oppido-Palmi, Francesco Milito e dal direttore del Museo, Paolo Martino, ha avuto un enorme successo non solo per il numero di visite ma anche per lo stupore e meraviglia che la tela che ha suscitato in chi ha avuto la fortuna di vederla da vicino: tutti si sono avvicinati alla “Santissima Trinità” in raccoglimento. Oltre ai singoli visitatori, venuti anche da fuori provincia o regione, soprattutto in occasione del ponte dell’Immacolata, numerose sono state le visite programmate dall’equipe del Museo nelle giornate organizzate  di proposito: le tante scuole, di ogni ordine e grado, non solo di Oppido ma anche di altri centri della Piana; le tante famiglie; i ragazzi disabili dell’ “Ente Morale Famiglia Germanò”; i malati di Aids della “Casa Famiglia” di Castellace. E visto il successo dell’evento ed anche in considerazione dell’inizio del Giubileo della Misericordia nella nostra Diocesi di domenica 13, quando mons. Milito aprirà la porta santa della Cattedrale di Oppido, il dipinto di Preti resterà esposto fino a quella data, proprio per consentire ai tanti fedeli che si attendono per l’importante momento religioso della Diocesi, di godere anche della vista della tela del Cavalier Calabrese.

 

Rosario Rosarno


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Rifugiati: p. Ripamonti (Centro Astalli), “in Europa c’è un arretramento del diritto d’asilo”

I migranti forzati, oggi, si trovano a dover attraversare “rotte sempre più pericolose, anche per effetto di politiche sbagliate che si perseguono con determinazione”. Lo ha detto il sindaco di [...]

Scuola e Irc. Mons. Giuliodori: “Rilanciare il patto educativo globale rischiando proposte forti e coraggiose”

“Rilanciare il patto educativo globale, sviluppare alleanze e reti educative, attuare libertà di educazione e diritto allo studio, realizzare un’effettiva parità per famiglie, studenti e personale”. Sono queste, per mons. [...]