News

Mons. Marco Frisina a Oppido Mamertina: Quando la musica si fa preghiera e comunità

Dopo la settimana dedicata alla solennità della Madonna Addolorata con la presenza della reliquia del beato padre Pino Puglisi, la Parrocchia del Calvario di Oppido Mamertina ha vissuto altri tre giorni intensi di preghiera e spiritualità grazie alla presenza di Mons. Marco Frisina, sacerdote e compositore di fama mondiale che ha accolto l’invito del parroco don Giuseppe Papalia e di Stefano Frisina, Direttore e responsabile del Coro Interparrocchiale. Da venerdì 22 a domenica 24 Mons. Frisina ha letteralmente catturato l’attenzione dei fedeli del Calvario ma anche della Cattedrale: tutta la comunità ha potuto godere della sapienza teologica unita a quella musicale proprie del sacerdote, oggi in servizio presso la Diocesi di Roma ma di origini calabresi, precisamente di Delianuova.

 

Venerdì, anche alla presenza del vescovo S.E. Mons. Francesco Milito e dei parroci don Letterio Festa e don Benedetto Rustico, Mons. Frisina ha tenuto una catechesi sull’importanza della musica e del canto come preghiera, analizzando alcuni Salmi, passi della Bibbia e soffermandosi soprattutto sul “Magnificat” «che è la dimostrazione della gioia della salvezza attraverso il canto». Alla fine il sacerdote, che ha catturato per un’ora l’attenzione dei tanti fedeli presenti giunti anche dai paesi vicini, ha concluso invitando ciascuno a «trasformare la propria vita in un canto». Nella giornata di sabato Mons. Frisina ha incontrato nella mattinata gli studenti del Liceo Classico “San Paolo” e, il pomeriggio, è stato tutto dedicato alla musica, con il grande concerto-meditazione “Magnificat anima mea” presso la Cattedrale che ha accolto centinaia di fedeli giunti anche dai paesi limitrofi per godere della musica per cori ed orchestre diretti da Mons. Frisina. Domenica il sacerdote ha concluso la sua tre giorni oppidese con la celebrazione della messa presso la Chiesa del Calvario.

Tullia Morabito 

Allegati:

AGENSIR news

La presenza di Gesù l’unica cosa necessaria per superare le prove della vita

“Lo presero con sé, così com’era, nella barca”. Con questa affermazione, apparentemente di poco conto, l’evangelista Marco introduce il lettore nella parabola della tempesta sedata. Il fatto che Gesù venga… [...]

Rifugiati. Caritas Italiana: “Il conflitto israelo-palestinese e la tragedia di un popolo esule”

Un dossier con dati e testimonianze per ripercorrere la storia del conflitto israelo-palestinese raccontato dalla prospettiva dei rifugiati palestinesi. Si intitola “Una vita da rifugiati. Il conflitto israelo-palestinese e la… [...]