News

28/Mag/22

XVIII Sessione del Sinodo diocesano “Camminare nella Verità” “La Chiesa in Uscita nella carità”

Presso i locali della Parrocchia “San Gaetano Catanoso” in Gioia Tauro”, venerdì 27 maggio 2022, ha avuto luogo la XVIII sessione del Sinodo diocesano “Camminare nella Verità”.

Dopo il momento di preghiera guidato dal Vescovo S.E. Mons. Francesco Milito, il Segretario generale del Sinodo, don Domenico Loiacono, ha introdotto i lavori presentando i vari sussidi:

  • Sussidio sinodo 47 (risultati proposizioni Circuli Minores e successivamente integrate; votazioni finali)
  • Sussidio sinodo 48 (sintesi della prima fase del cammino sinodale nazionale e letture di approfondimento)
  • Sussidio sinodo 49 (audizione esterna sulla Cultura a cura di S.E. Mons Antonio Staglianò)
  • Sussidio sinodo 50 (Kit pastorale in preparazione al X incontro Mondiale delle Famiglie nelle chiese particolari)
  • Fonti Sinodo 12 (Ultimanze geografico-pastorali e periferie esistenziali)
  • Fonti Sinodo 14 (orientamento generale del Lezionario Romano).

Le proposizioni votate dai 105 presenti, hanno interessato le tematiche: amore-correzione fraterna; credibilità; collaborazione-corresponsabilità; attenzione al territorio; cura del creato; attenzione ai segni dei tempi; anziani; ammalati.

È stato poi il momento dell’ascolto dell’audizione esterna, di S.E. Mons. Antonio Staglianò (Vescovo di Noto, delegato C.E.Si. per le Migrazioni, Membro Commissione CEI per la cultura e le comunicazioni sociali) sul tema della Cultura a partire dal rapporto tra fede e cultura della nuova evangelizzazione nella “Chiesa in uscita”.

Rapporto fede cultura è una dinamica pastorale fondamentale per la vita della Chiesa e l’evangelizzazione in quanto tutto è cultura, non solo l’intelligenza logico-matematica.  Quando parliamo di cultura noi parliamo di vita, del dramma della carne degli esseri umani che ha bisogno di un orientamento etico e morale. La fede deve rispettare tutte le culture con il comandamento dell’amore che sana e riscatta la cultura popolare così come anche le feste religiose.  Immagine utile a capire è quella già utilizzata da J. Ratzinger-Benedetto XVI dell’intagliatore di sicomoro (metafora che indica come il “taglio” della fede  aiuta a maturare la nostra vita come la dolcezza di un frutto che tutti possono assaporare).

Le conclusioni del nostro Vescovo S.E. Mons. Francesco Milito hanno sottolineato alcuni aspetti fondamentali dell’audizione esterna evidenziando come il Vangelo deve essere lievito delle e per le nostre vite.

Il Sinodo deve intercettare ed interpretare i segnali della cultura contemporanea che sta orientando il nostro tempo. Importanza del dialogo critico ed interdisciplinare. La nostra Chiesa in Sinodo deve avviare processi, aprire orizzonti, dare prospettive, coltivare iniziative di riflessione: ciò che è scienza, ciò che è frutto dell’uomo è impronta di Dio. A noi il compito di aiutare per auto comprendersi nel servizio da fare all’uomo per il bene.

L’accento è stato poi posto sul X Incontro mondiale delle Famiglie e sulle Fonti Sinodo 12 e 14.

Ufficio Comunicazioni Sociali

 


 

GALLERIA FOTOGRAFICA

XVIII SESSIONE - 1° Sinodo Diocesano 2020-2022 "Camminare nella Verità" 27 maggio 2022




 


Registrazione diretta streaming

AGENSIR news

Pietro e Paolo: l’uno apre, l’altro fa entrare

Chi conosce quel luogo, così carico della forza dell’annuncio evangelico della chiesa dei primi secoli che è Aquileia con tutto suo patrimonio archeologico, non può non aver sostato dinanzi ad… [...]

Il ritorno dello Jedi… e di molto altro

La rubrica di Decoder torna dopo avere fatto il carico di novità dal mondo dei prodotti di consumi mediatici… Iniziamo da una saga che i figli degli anni ’80 come… [...]