martedì 06 Dic 2022

Libri

Progetto Passodopopasso (ELLEDICI)

Il lockdown ha trovato tutti un po’ impreparati e anche la catechesi nelle parrocchie ha subito dei lunghi fermi, per poi correre ai ripari con mille incontri in streaming e accelerazione dei percorsi allo scopo di far ricevere i sacramenti ai bambini e ragazzi. Tutte le parrocchie, dunque, ormai “si sono messe a regola” eppure non in tutte le parrocchie la domenica ritroviamo i banchi pieni, e fra quelli che mancano ci sono soprattutto i bambini e i ragazzi che hanno ricevuto i sacramenti in questi anni di pandemia, forse perché nella fretta del “recupero” non si ha avuto il tempo necessario di far non solo conoscere Gesù ai ragazzi, ma di farli innamorare di Lui.

Un modello di catechesi scolastico ha infatti un grande limite quello cioè di insegnare Gesù il cui amore non può essere contenuto in nessun libro. C’è bisogno invece di fare sintesi continua fra fede e vita, c’è bisogno di camminare con i bambini e ragazzi per portare Gesù in mezzo a loro.

Il progetto Passodopopasso (ELLEDICI), si prefigge di rispondere al meglio alla missione del Catechista attraverso un cammino, come dice il nome del progetto, che ha bisogno di un tempo dilungato e accompagna prendendo per mano i bambini e i ragazzi nel loro percorso di crescita dai 7 ai 12 anni.

Il progetto Passodopopasso è essenziale nei contenuti ma durante i sei anni, partendo sempre dall’esperienza di vita, è una proposta completa con un linguaggio attuale e fresco, una metodologia appassionante che tiene conto del loro essere nativi digitali, un coinvolgimento delle famiglie con lo stile del primo annuncio e anche nelle 6 Guide per i catechisti, un interessante approfondimento per la formazione personale e di gruppo dei catechisti.

Oltre lei 6 guide l’opera completa presenta per i bambini e ragazzi un “quaderno attivo” che diventa sussidio interattivo che cambia nel formato, nella grafica e ovviamente nel linguaggio seguendo la loro età.

2 Calendalbum per il primo e secondo anno, da appendere in casa come un calendario, aperti alla “tappa” vissuta nel gruppo, per coinvolgere tutta la famiglia;

2 Notebook per il terzo e quarto anno, si differenziano dai testi che rimandano alla scuola, proponendo uno stile che si ispira al laboratorio, al fare e agli strumenti tecnologici;

2 Agendum per il quinto e sesto anno, pensati con l’aspetto di un’agenda per preadolescenti, che richiama al laboratorio, al fare e invita ad “agire”;

Non si faccia dunque l’errore di iniziare questo percorso attratti magari dalla novità del formato del Calendalbum per poi saltare il secondo anno e passare al numero 3 che già dal titolo “Segni di Gesù per noi: Pane e Vino” fa intuire che sia il cammino dell’anno in cui ci si prepara al sacramento dell’Eucaristia e addirittura dare poi a bambini di 9/10 anni lAgendum 6Connessi con Gesù e lo Spirito Santo”, perché magari è l’età in cui in diverse parrocchie ci si prepara a ricevere anche il sacramento della confermazione.

Facendo così si rischia di vivere il progetto Passodopopasso come una corsa ad ostacoli e non un cammino progressivo di accompagnamento che invece seguito nella sua pienezza è davvero un bel percorso che guida nell’educazione cristiana dei bambini e ragazzi.

Essendo un percorso che ha sempre un legame con l’esperienza di vita, forse manca nei contenuti la trattazione del tema della morte che tocca da vicino purtroppo sempre più bambini con un genitore in cielo.

Ovviamente primo compito dei catechisti è quello di conoscere le situazioni familiari dei bambini e ragazzi adattando ogni attività al gruppo reale, perché nessun bambino che stia vivendo già il dolore della morte del genitore possa sentirsi “orfano” proprio in parrocchia.

Nadia Macrì (UCS)

Appuntamenti del Vescovo

Tutti gli appuntamenti

AGENSIR news

Gioco d’azzardo: il grido d’allarme dei vescovi del Lazio

Un appello ai sindaci del Lazio con il quale non si intende fare polemiche su quanto è stato fatto, o si poteva fare, per arginare l’azzardo, bensì “porre degli argini… [...]

Al Consiglio regionale della Calabria una proposta di legge aperturista sul gioco d’azzardo. I dubbi degli esperti

Questione gioco d’azzardo sul tavolo del Consiglio regionale della Calabria. All’art. 16 della legge 9/2018 (“Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ‘ndrangheta e per la… [...]