News

13/Feb/24

Inizio percorso “Catechesi e disabilità” e apertura dello “Sportello di ascolto delle disabilità”

«La grazia di cui i Sacramenti sono portatori non può essere preclusa a nessuno». Papa Francesco, nella giornata internazionale dedicata alle persone con disabilità, interviene con un messaggio che esorta tutta la società all’«inclusione» e alla «partecipazione attiva» contro la «cultura dello scarto», e ne ha pure per la Chiesa. Il Papa non può accettare le cronache che raccontano di bimbi disabili esclusi dai sacramenti, di parroci che tentano di giustificarsi dicendo magari che il ragazzino «non capisce». O di parroci che rifiutano iscrivere il ragazzino a catechismo e fargli fare la prima comunione perché ha una disabilità e i collaboratori non sono formati. Molte cose sono cambiate ma il problema evidentemente esiste ancora, così il Papa in diverse occasioni ha ha ribadito con determinazione: «il diritto delle persone con disabilità di ricevere i Sacramenti come tutti gli altri membri della Chiesa». Inoltre, che «Tutte le celebrazioni liturgiche della parrocchia dovrebbero essere accessibili affinché ciascuno, insieme ai fratelli e alle sorelle, possa approfondire, celebrare e vivere la propria fede. Una speciale attenzione è da riservare alle persone con disabilità che non hanno ancora ricevuto i Sacramenti dell’iniziazione cristiana: esse potrebbero essere accolte e inserite nel percorso di catechesi in preparazione a questi Sacramenti. La grazia di cui essi sono portatori non può essere preclusa ad alcuno». La nostra Diocesi da oltre un anno, a partire dalla conclusione del I Sinodo diocesano, ha avviato un lavoro di strutturazione dell’Ufficio pastorale diocesano per le persone con disabilità. Sabato 11 novembre 2023, in collaborazione con l’Ufficio Catechistico Diocesano e l’Ufficio scuola, ha incontrato catechisti e insegnanti di religione cattolica. Dopo un primo dialogo con i direttori e gli intervenuti, sono state ascoltate e accolte le buone pratiche già in atto in diocesi. A conclusioneall’unanimità è stato palesato l’esigenza di avviare un percorso diocesano di formazione per la catechesi dei bambini e adulti con disabilità. 

Dopo un accurato e attento studio si è giunti a stilare un primo percorso di “catechesi e disabilità”, che avrà inizio il 22 febbraio p.v., in collaborazione con le quattro diocesi della Metropolia di Reggio Calabria.

Il percorso intende dare nozioni per il primo approccio con la persona con disabilità ed è articolato in cinque incontri online. I relatori sono esperti che da anni lavorano propriamente per la catechesi delle persone con disabilità e nel mondo della scuola.

Oltre ai catechisti, operatori pastorali e volontari dell’UNITALSI, possono iscriversi insegnanti ogni ordine e grado.

Inoltre, in stretta collaborazione con l’UNITALSI della Sottosezione di Palmi, da martedì 20 febbraio, viene aperto negli Uffici della Curia Vescovile lo “Sportello di ascolto delle disabilità”. Si tratta di uno spazio informativo e di orientamento rivolto ad adulti, famiglie e/o genitori con figli in età evolutiva che convivono con delle disabilità. Lo sportello, in collaborazione con associazioni del territorio, intende essere uno spazio in cui potersi incontrare, parlare e confrontare su temi e problematiche legate allo sviluppo dei propri bambini e alle loro difficoltà quotidiane. 

Don Giovanni Battista Tillieci

 

Per informazioni potete scrivere alla mail: pastorale.disabili@diocesioppidopalmi.it

 


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

8xmille: dall’acqua e dalla terra vita e sviluppo in diversi Paesi del mondo

“Prima avevamo un negozio nel villaggio di Pan Koy e l’attività agricola era scarsa. Dopo aver frequentato il corso di agricoltura ho iniziato io stesso a coltivare colture a lungo [...]

Aree interne. Vescovi metropolia Benevento: “Respingere ogni scelta che penalizzi ulteriormente le nostre realtà”

“Figlio dell’uomo, ti ho posto come sentinella per la casa d’Israele. Quando sentirai dalla mia bocca una parola, tu dovrai avvertirli da parte mia” (Ez 3,17). “Sentiamo rivolte anche a [...]