News

10/Mar/13

A Varapodio la Via Crucis dei ragazzi di ACR

 Perchè la tua fede non venga meno“, è questo lo slogan che ha fatto da sfondo, sabato 09 marzo, alla Via Crucis organizzata dall’Equipe diocesana dell’ACR e che ha visto riunitile le ACR delle Parrocchie: Maria SS. del Soccorso – Palmi, Santa Maria de Merula – Molochio, Maria SS. del Rosario – Cittanova, San Nicola – Melicucco, Maria SS. Assunta – San Giorgio Morgeto, San Gaetano Catanoso – Gioia Tauro, Sant’Ippolito Martire – Gioia Tauro, San Giovanni Battista – Melicuccà, San Giovanni Battista – Rosarno, San Giuseppe ‘Taurianova, Santi Apostoli Pietro e Paolo – Taurianova, Maria SS. delle Grazie – Taurianova, San Teodoro Martire – Rizziconi, San Martino – Drosi, Santi Nicola e Fantino – Santa Cristina d’Aspromonte, San Nicola Vescovo Cattedrale – Oppido Mamertina, Santa Caterina V. e M. e San Leone Magno – Tresilico, Beata Vergine Addolorata – Oppido Mamertina, Santa Maria Assunta – Castellace, Santa Teresa G. B. – Cannavà, Associazione Interparrocchiale San Francesco di Paola – Varapodio.

Erano più di 400 bambini e ragazzi, accompagnati dai loro educatori, per seguire Gesù sulla Via della Croce lungo le strade di Varapodio (RC).
La cura con cui ogni singola associazione (più di 20 quelle presenti) ha preparato la stazione ad essa affidata (i ragazzi, infatti, hanno animato ciascuna tappa preparando per tempo e con l’aiuto dei loro educatori sia il disegno raffigurante la stazione sia le invocazioni di preghiera), la numerosa presenza di genitori che hanno pregato insieme ai loro figli, l’attenzione e il silenzio durante il pio esercizio, hanno fatto di questo appuntamento un forte momento di spiritualità e di incontro con Gesù che, per mezzo della croce, riconduce tutti sulla via dell’Amore.
Affiancato dall’assistente diocesano ACR, Don Giuseppe Calimera e da alcuni assistenti parrocchiali, ha presieduto questo importante evento il nostro Vescovo S.E. Mons. Francesco Milito il quale non ha mancato anche questa volta di dimostrare tutta la sua vicinanza e la sua simpatia verso i nostri ragazzi, invitandoli, nel suo saluto conclusivo, a seguire e a fare propria la Croce di Gesù, loro fratello ed amico.
Con un pizzico di originalità, il Vescovo ha fatto notare ai ragazzi come la croce e il crocifisso abbiano le stesse iniziali contenute nell’acronimo “ACR“: “La vostra – ha detto S.E. – potrebbe anche chiamarsi, Associazione Amici della CRoce”La Via Crucis si è conclusa con un momento di convivialità, offerto dall’Azione Cattolica dell’Associazione interparrocchiale “San Francesco di Paola” di Varapodio, che ha invitato tutti i ragazzi e i loro educatori a “fare merenda” insieme.
In cerca d’Autore” ci siamo incamminati con Lui sulla Via della Croce, abbiamo condiviso la Sua passione, con la certezza di essere anche con Lui nella gioia della Resurrezione.
Gabriele Alessi
Vice Responsabile diocesano ACR

Allegati:

AGENSIR news

Marcinelle, memoria e monito. Tutele e sicurezza nei luoghi di lavoro

Risuona 262 volte la campana al Bois du Cazier di Marcinelle, nel bacino carbonifero di Charleroi, durante la commemorazione del 66° anniversario della tragedia dell’8 agosto 1956: un incendio sviluppatosi… [...]

Povertà. De Capite (Caritas): “È sempre più facile caderci ed è sempre più difficile uscirne”

“Negli ultimi anni la condizione di molte persone è cambiata. Il fenomeno della povertà, al di là dei dati che tutti conosciamo, è sempre più preoccupante”. A dirlo è Nunzia… [...]