News

06/Giu/17

Seconda veglia mariana diocesana curata dall’Ufficio di Pastorale familiare

Con la seconda Veglia di preghiera Mariana, che si è tenuta il 29 maggio alle ore 21.30 presso il Santuario della Madonna del Carmine in Palmi, si conclude la prima tappa del percorso itinerante di Veglie Mariane di preghiera per le famiglie a cura dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia. L’Ufficio ha scelto proprio i due mesi mariani, maggio e ottobre, per visitare le varie comunità delle quattro vicarie e pregare con loro.  

Ad accoglierci,  il Vicario Foraneo della Vicaria di Palmi don Giuseppe Saccà e il Rettore del Santuario Padre Carmelo Selvaggio. Quest’ultimo, oltre ad unirsi in preghiera, ha anche curato la preparazione del Coro che ha animato la Veglia.

 Don Antonello Messina, direttore dell’Ufficio Famiglia, nel guidare la Veglia ha sottolineato che la presenza dello Spirito all’interno della famiglia è fondamentale perché nelle famiglie dove lo Spirito agisce si respira la pace e la serenità nonostante le difficoltà. Oltre allo Spirito anche l’accompagnamento di Maria, Madre della Chiesa, infonde speranza contro ogni speranza, anche nelle avversità ed è scudo e protezione per le famiglie perché ne vede i bisogni, come allora fece durante il banchetto delle Nozze di Cana.

A conclusione della Veglia, il direttore ha ringraziato di cuore la comunità che ha accolto l’Ufficio Famiglia e su di essa ha invocato la benedizione del Signore.

La seconda tappa della Veglia itinerante si terrà ad Ottobre presso le Vicarie di Oppido e di Gioia Tauro – Rosarno.

a cura dell’Ufficio Famiglia diocesano


Allegati:

Apertura Causa Beatificazione di P. Ludovico Polat

AGENSIR news

Dignitas infinita. Don Patriciello: “La persona umana è il terreno sacro comune sul quale possiamo ritrovarci tutti”

Ciascuna persona umana ha una dignità infinita, al di là di ogni circostanza e in qualunque stato o situazione si trovi. Parte da questa consapevolezza la Dichiarazione del Dicastero per [...]

Haiti: migliaia di sfollati in fuga dalla capitale. Mons. Gontrand: “Un Paese sull’orlo dell’abisso”

Di emergenza in emergenza. Da una città, la capitale Port-au-Prince, praticamente in mano ai gruppi criminali e alle bande armate nella sua totalità, al resto del Paese, soprattutto al sud, [...]