News

«Ero straniero e mi avete accolto»: la risposta dei giovani delle parrocchie di Rosarno agli atti di odio nei confronti degli immigrati

Nella serata di venerdì 23 marzo 2018, noi giovani di Rosarno,  uniti nella chiesa parrocchiale ‘Maria SS. Addolorata’, abbiamo ripercorso la strada di Gesù attraverso la Via Crucis presieduta da Don Pino Varrà.

Iniziativa fortemente voluta da don Giuseppe Calimera e don Domenico Cacciatore, i quali hanno unito i giovani di Rosarno appartenenti alle due differenti parrocchie: ‘Maria SS Addolorata’ e ‘San Giovanni Battista’ aiutandoli nell’organizzazione di tale incontro con la collaborazione delle suore Dorotee e delle suore Salesiane.

Incontro dall’esito molto positivo in quanto incentrato sulla preghiera con i giovani e per i giovani. In particolar modo per tutti quei giovani che hanno perso la speranza, per quelli che forse non hanno ancora conosciuto Gesù attraverso la fede, per quelli persi dentro il tunnel della droga, per quelli finiti dietro le sbarre. Li abbiamo immaginati accanto a Gesù perché, come lui, ognuno di loro percorre ogni giorno la via dolorosa; e abbiamo pregato affinché possano risorgere e rinascere attraverso la fede e l’amore verso il prossimo.

Infine, il parroco don Pino Varrà ha concluso raccontandoci di un’intervista andata in onda la sera prima, nella quale alcuni giovani rosarnesi hanno espresso tutto il loro odio nei confronti degli immigrati.

Siamo rimasti molto colpiti da queste affermazioni e a questi giovani vorremmo ricordare la grande attualità delle parole di Gesù che circa 2000 anni fa disse «ero straniero e mi avete accolto» invitandoli ad allontanare ogni forma di razzismo.

Francesca Preiti
Chiara Lamanna


Allegati: